Ciao! Sono Michele, un ragazzo cresciuto vicino Roma e turista per sempre di questa città meravigliosa!

Ho deciso di aprire questo sito web per condividere la mia passione su Roma, per questo motivo ho creato una guida per chi vuole visitare la città in tre giorni e non vuole fare il solito giro scritto e riscritto sulle guide turistiche.

Stai facendo una vacanza di tre giorni in questa città bellissima? Sei nel posto giusto! Ti dirò cosa visitare, quali sono le attrazioni più importanti e quelle che alcuni sottovalutano, lasciandoti anche dei link per gli ingressi più importanti. Fidati di me, sono romano!

Ti anticipo che i giorni sono interscambiabili tra loro. Inoltre il primo giorno è molto intenso se decidi di fare la fila ed accedere a tutte le attrazioni, l’ho provato sulla mia pelle 😉 Per cui puoi valutare di utilizzare dei mezzi se necessario!

Iniziamo il nostro tour, ci sarà da camminare! 🙂

Giorno 1

Colosseo

Come puoi visitare Roma e non cominciare dal suo cuore pulsante? Metro B, fermata Colosseo, il monumento di Roma per eccellenza, il più grande Anfiteatro del mondo, riusciva a contenere un numero di persone pari a quello dei più grandi stadi moderni. Conosciuto per la sua maestosità, è la prima cosa da vedere a Roma insieme al Foro Romano poiché Romolo ha fondato la città proprio in questa zona il 21 Aprile del 753 a.C.. Passeggiare intorno a questo colosso ti farà veramente sentire parte della storia.

Cominciare il tuo tour in questo luogo è perfetto, puoi sentire il cuore della Roma Antica. Se ne hai l’occasione ed il tempo, ti consiglio di tornarci anche dopo mezzanotte, fa veramente uno strano effetto guardare la sua maestosità e sentire il silenzio della città mentre la tutto attorno tace! D’altronde è un monumento patrimonio dell’umanità.

Puoi trovare tutte le informazioni sulla prenotazione della visita e sugli orari di apertura del Colosseo su questa pagina.

Per quanto riguarda i tour guidati, ti consiglio di valutare quello di GetYourGuide. Trovi tutto a questo link.

Foro Romano e Fori Imperiali

Foro Romano e Fori Imperiali sono aree archeologiche che rientrano tra i più bei posti da vedere nella città, sono una tappa obbligatoria se vuoi visitare la Roma Antica, puoi camminare direttamente nel cuore pulsante della civiltà romana.

Il Foro Romano (VI secolo a.C) è racchiuso tra due dei sette colli di Roma: Campidoglio e Palatino. In antichità costituiva il centro del commercio, della politica e della religione di Roma.

I Fori Imperiali sono stati edificati successivamente e comprendono piazze e monumenti costruiti tra il 46 a.C ed il 113 d.C, avendo come influenza quella di Giulio Cesare, Vespasiano, Traiano, Nerva e degli imperatori Augusto.

Qui puoi prenotare il biglietto unico per Colosseo, Foro Romano e Palatino!
👇🏻

Altare della Patria

Passare da questo posto è obbligatorio nel nostro tour, l’Altare della Patria è uno dei monumenti più affascinanti di Roma, uno tra i miei preferiti. Il progetto per la sua costruzione risale agli ultimi anni del 1800 ed è un monumento storico che riunisce tutti i valori dell’Italia grazie al suo grande valore simbolico sin dal periodo del risorgimento.

La cosa bella è che puoi accedere gratuitamente alla terrazza posizionata a circa metà struttura, ti assicuro che vedere quelle colonne da vicino ha tutto un altro effetto rispetto a vederle da lontano. La maestosità di questo monumento è veramente grande! Dal 2007 è possibile accedere attraverso un ascensore esterno alle spalle del monumento, anche al terrazzo superiore della struttura, sicuramente una tappa da non perdere. Se la tua passione è la fotografia, sei nel posto giusto!

Piazza del Campidoglio

Possiamo ora passare ad uno dei capolavori di Michelangelo, Piazza del Campidoglio, situata su uno dei sette colli su cui venne fondata la città di Roma. La piazza è una delle più importanti della città, sede del comune di Roma con i suoi Musei Capitolini e dove è custodita l’imponente statua di Marco Aurelio a cavallo. Michelangelo riprogettò questa piazza orientandola non più verso il Foro Romano ma verso la Basilica di San Pietro che, all’epoca, era il nuovo centro politico della città. In pochi sanno che attraverso delle stradine laterali al comune è possibile accedere a due balconi che affacciano su Colosseo, Foro Romano e Fori Imperiali, una vista da non perdere!

Come per il Colosseo, Piazza del Campidoglio per me è un posto magico da vedere durante la notte. Io personalmente amo venirci proprio per fermarmi ad ammirare dall’alto tutta la zona dei Fori Imperiali senza persone, un silenzio rilassante e che tutti coloro che si affacciano apprezzano. Magari in compagnia di amici e una bella birretta! 😉

Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola

Proseguendo per Via Del Corso, a circa 10 minuti dal Campidoglio si arriva ad una Chiesa letteralmente unica, la Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola, luogo di culto cattolico in stile barocco che possiede delle opere di grande bellezza grazie ai perfetti giochi di prospettiva.

L’affresco rappresentato sulla volta della Chiesa (e nella foto sopra) è La Gloria di Sant’Ignazio di Andrea Pozzo, uno dei migliori capolavori del Barocco, nonché una delle opere più belle da ammirare a Roma.

Un’altra opera che ti lascerà a bocca aperta è la Finta Cupola realizzata sempre da Adrea Pozzo, capace di illuderti dell’esistenza di una cupola che in realtà non esiste.

Con un gioco di prospettiva, le due opere creano una finta architettura attraverso la pittura. L’effetto puoi notarlo posizionandoti al centro della Chiesa e camminando attraversando tutta la navata, questo ti lascerà veramente a bocca aperta!

Se vuoi vedere questa chiesa, ti consiglio di leggere la mia guida dove racconto i suoi bellissimi giochi di prospettiva!

Pantheon

Il nostro primo giorno di tour è quasi alla fine, sicuramente sarai già in una fase “mi fanno male le gambe” dopo tutto quello che hai visto, ma ci siamo! Camminando lungo Via del Corso o addentrandoti da Piazza del Campidoglio, ti imbatterai nel Pantheon, il famoso edificio storico fondato nel 27 a.C. come tempio dedicato a tutte le divinità romane passate, presenti e future. L’edificio della Roma Antica è andato incontro a due incendi, per questo venne ricostruito dall’imperatore Adriano ed oggi puoi ammirarlo con questa forma particolare.

Se ne hai l’opportunità, durante la Pentecoste riesci a vedere una pioggia di petali rosa che scende dal cielo sino all’interno del Pantheon attraverso il foro presente al di sopra del monumento. Questo momento è tanto atteso dai fedeli, dai romani e dai turisti che si trovano in città e che, magari per caso, riescono ad osservare questo momento unico per la città di Roma. Pensa che nel 2019, il Pantheon ha fatto registrare quasi 9 milioni di visitatori, risultando il sito museale dello stato italiano più visitato dell’anno!

Se vuoi vedere il Pantheon, ricordati che ho scritto questa guida che può fare al caso tuo!

Piazza Navona

Ultima tappa del nostro primo giorno, mi dispiace per le tue gambe! La tua fatica ne varrà la pena 🙂

Piazza Navona, una delle mie piazze preferite, ci torno sempre quando cammino per Roma di notte, è troppo, troppo bella da ammirare. Parliamo di una piazza costruita dalla famiglia Pamphili e che ha una forma allungata, simile a quella di un antico stadio.

All’interno della piazza puoi trovare la Chiesa di Sant’Agnese in Agone, uno dei tanti capolavori romani, progettata da Borromini e Rainaldi. Leggenda vuole che la bellissima Fontana dei Quattro Fiumi posizionata davanti la Chiesa, ideata dallo scultore Bernini, abbia la statua del Rio de la Plata con il braccio alzato per evitare che la chiesa gli precipiti addosso a causa di un eventuale crollo. Questo descrive la rivalità tra le famiglie Bernini e Borromini e la giocosità di Bernini, che ha dimostrato più di una volta il suo senso dell’umorismo.

Inoltre, sul lato sud della piazza puoi ammirare la Fontana del Moro che raffigura un moro che stringe la coda di un delfino facendogli uscire l’acqua dalla bocca. Sul lato nord la Fontana di Nettuno, che vede la divinità in lotta con una piovra.

Se ti capita di visitare Roma durante il periodo natalizio, non puoi non fermarti qui. Infatti in questo periodo la piazza ospita il Mercatino di Natale attraverso numerosi stand, partendo da quelli degli artigiani, passando per quelli dei dolci o capi di abbigliamento.

Biglietti di ingresso per il Primo Giorno

Sai che ho creato una pagina con la lista di tutti i biglietti dei principali monumenti e musei di Roma e del Vaticano? Puoi visitarla cliccando qui!


Giorno 2

Santa Maria Maggiore

Il secondo giorno inizia dalla Basilica di Santa Maria Maggiore, una delle quattro Basiliche Papali di Roma, situata sul colle Esquilino e raggiungibile dalle stazioni della Metro B Cavour o Termini (è proprio a metà strada tra le due). La basilica conserva arte e architettura paleocristiana con bellissimi affreschi e sculture che ti lasceranno a bocca aperta. Una leggenda vuole che sia stata proprio la Vergine Maria ad ispirare la costruzione della chiesa sul colle Esquilino, apparendo in sogno a Papa Liberio.

Se ne hai il tempo, ti consiglio di passare davanti alla Basilica di sera poiché con la sua bellissima illuminazione riesce veramente a stupire chiunque ci passi davanti!

Quirinale

Soprattutto se sei italiano, non puoi non andare al Palazzo del Quirinale, la Presidenza della nostra Repubblica oltre che essere anche la vecchia residenza di 30 papi. Si trova sul colle Quirinale, uno dei sette colli di Roma. Dalla piazza puoi ammirare la bellissima fontana dei Dioscuri ed avere una panoramica di Roma diversa dal solito.

Guardando l’orizzonte hai davanti a te la Cupola di San Pietro, un bellissimo spettacolo per gli occhi! Un pomeriggio, quasi per caso, mi è capitato di partecipare al cambio della guardia all’interno della piazza. Se hai un po’ di fortuna anche tu nel riuscire a vederlo, sicuramente non te ne pentirai, è un’esperienza particolare che ti rimarrà impressa!

Se vuoi capire come organizzare il tuo tour a Roma, iscriviti a Rome is Love e ti invierò tutto tramite mail!

Fontana di Trevi

A circa 20 minuti a piedi dalla Basilica di Santa Maria Maggiore troviamo lei. Eccola qui, famosa in tutto il mondo per il suo splendore, la Fontana di Trevi. Parliamo della più grande e più celebre fontana di Roma, simbolo italiano in tutto il mondo, nell’arte e nel cinema, restaurata per 17 mesi e riaperta nel 2015 con le sue bellissime statue in marmo bianco e con il suo nuovo impianto di illuminazione instaurato nel 2019.

Qualsiasi turista a Roma ha una foto davanti questa fontana, è tappa obbligatoria, sempre che tu riesca a farti strada tra i turisti! A proposito di questo, colgo l’occasione per darti un consiglio: poiché di giorno la piazza a ridosso della fontana è sempre occupata dai numerosi turisti, vedere la fontana di Trevi di notte ha un effetto molto diverso, soprattutto per via del nuovo impianto di illuminazione che la rende veramente meravigliosa, un’esperienza unica per gli occhi!

Lo sai che mentre guardi la Fontana di Trevi, altri turisti visitano un’area archeologica proprio sotto i tuoi piedi? Puoi trovare tutte le info qui
👇🏻

Piazza di Spagna

Proseguendo per 10 minuti tra le vie della città, arrivi a Piazza di Spagna, sede dell’Ambasciata Spagnola. Come puoi non passare di qui! La Fontana della Barcaccia, simbolo della piazza e costruita nella prima metà del 1600 e restaurata tra il 2013 ed il 2014, è una delle opere di Pietro Bernini che puoi ammirare ancora oggi.

A ridosso della fontana, troviamo la Scalinata di Trinità dei Monti. Restaurata e riaperta nel 2016, con i suoi 136 gradini è un capolavoro scenografico da non perdere. Salendo gradino per gradino, è possibile avere una panoramica di Roma con vista sulle cupole della città, oltre che ad una vista dall’alto della strada che possiede i negozi delle migliori case di moda di tutto il mondo: Via Condotti.

Dopo aver percorso la scalinata, puoi visitare la Chiesa della Santissima Trinità dei Monti, il cui nome le fu dato proprio per via della sua posizione sopra il Pincio, uno dei tanti colli romani. Proprio da qui, passeggiando per qualche minuto puoi arrivare alla prossima destinazione del nostro tour!

Terrazza del Pincio

Camminando per Via Gabriele D’Annunzio, arrivi alla fantastica Terrazza del Pincio di Villa Borghese con la sua vista mozzafiato. Piazza del Popolo dall’alto, le persone sembrano veramente minuscole da quell’altezza, la Cupola di San Pietro sembra veramente vicina e non puoi fare a meno di guardarla con occhi stupiti.

Se riesci a destreggiarti tra i turisti, puoi scattare una foto che per te rimarrà come uno dei più bei ricordi di Roma. Sicuramente è una foto da non perdere! Inoltre vicino questa terrazza ci sono sempre artisti di strada che suonano della musica che rende ancora tutto più romantico, quindi se il tuo viaggio è un viaggio di coppia, questa meta è assolutamente da non perdere!

Ps. se ne hai tempo, puoi cogliere l’occasione per farti una passeggiata a Villa Borghese, magari affittando un segway o un risciò. Ho scritto anche questa guida dove spiego cosa puoi vedere nel parco 😉

Piazza del Popolo

Scendendo dalla Terrazza del Pincio, puoi arrivare alla bellissima piazza che prima vedevi dall’alto: Piazza del Popolo. Con la sua grandezza ed il suo grande obelisco poggiato sulla Fontana dei Leoni, la piazza risulta una delle più belle e famose di Roma.

Sulla piazza puoi trovare anche le famose chiese gemelle: Santa Maria in Montesanto (sinistra) e Santa Maria dei Miracoli (destra), le cui eguaglianze sono visibili se ti fermi davanti alla Porta Flaminia. Da qui è possibile osservare l’inizio di tre vie principali di Roma: Via del Babuino, Via del Corso e Via di Ripetta.

Ai lati della piazza puoi ammirare La Fontana della Dea Roma e la Fontana del Nettuno. La prima raffigura Minerva che impugna una lancia con la mano sinistra e sorregge una sfera con la mano destra. La seconda raffigura Nettuno su un gruppo di rocce, affiancato da due tritoni appoggiati su due delfini.

Circo Massimo

Ok, ti ho già detto che in questa guida avrei messo tutto quello che si può fare a Roma in tre giorni a piedi. Questa tappa però, insieme alle prossime due (vicine tra loro), al contrario delle altre sono facoltative, infatti ti consiglio di visitarle solo se ne hai il tempo, è un plus che ho voluto inserire perché vale la pena vedere anche questi posti, ma incastrare tutte le cose da vedere a Roma in tre giorni è quasi impossibile!

Parliamo del Circo Massimo, raggiungibile da Piazza del Popolo attraverso i mezzi di trasporto. Puoi prendere la metro A da Flaminio e scendere a Circo Massimo sulla linea della metro B. Il Circo Massimo è un antico circo romano di circa 8500 m², il più grande edifico dedicato agli spettacoli costruito dall’uomo in antichità. Era dedicato in passato alle corse di cavalli ed oggi è oggetto di grandi spettacoli e concerti.

Giardino degli Aranci

A ben 6 minuti a piedi dal Circo Massimo, è possibile salire sul colle Aventino per trovare il bellissimo Giardino degli Aranci. Questo giardino, ti offre una vista unica della città, quindi se hai abbastanza tempo per vederlo, sicuramente non te ne pentirai!

Se ami la fotografia, questo posto è da non perdere. Non solo puoi ammirare Roma dall’alto e da una prospettiva diversa da quella della Terrazza del Pincio, ma puoi osservare e fotografare il bellissimo giardino che, grazie ai suoi alberi di arancio che donano colori accesi, rende veramente bella ogni fotto scattata in questo posto.

Ps. se sei in un viaggio romantico, questo posto è molto consigliato 🙂

Buco della Serratura

Bella, bellissima, la vista del buco della serratura della Villa del Priorato di Malta. Non sai di cosa parlo? Mi riferisco al buco della serratura più famoso di Roma e che molti turisti non visitano poiché la zona è più residenziale che turistica. Ma se passi dal Circo Massimo e sali verso il Giardino degli Aranci, questa tappa è assolutamente obbligatoria poiché si trova a 2 minuti a piedi dall’ultima tappa di cui abbiamo parlato!

Quello che puoi vedere è una piccola folla di turisti in fila (molto scorrevole) per poter osservare qualcosa attraverso un buco della serratura. Questo qualcosa è la Cupola di San Pietro! Una prospettiva unica ed uno scatto originale da postare sui social, sicuramente una tappa da non perdere se passi da qui, ne vale veramente la pena!

Biglietti di ingresso per il Secondo Giorno

Se per caso il meteo porta maltempo, ho scritto questa guida dove ti spiego cosa vedere a Roma con la pioggia!

Ho scritto una guida su come visitare Roma e il Vaticano con l'Omnia Card, la tessera dedicata ai turisti!
Leggila Ora! 😉

Giorno 3

Musei Vaticani e Cappella Sistina

Terzo ed ultimo giorno del nostro tour (purtroppo)! Questa giornata devi dedicarla interamente alla zona del Vaticano poiché tra Basilica, musei e monumenti, le cose da vedere sono veramente tante. Il primo consiglio è di scendere alla fermata Ottaviano della Metro A. Per approfondire puoi leggere anche la mia guida Visitare il Vaticano in 1 giorno.

Stai per entrare all’interno del Vaticano, eccoci ai Musei Vaticani! Non puoi venire a Roma e non fermarti qui, il centro museale del Vaticano, nonché una delle raccolte di arte e storia più grandi di sempre. Infatti, io stesso sono rimasto impressionato dalla quantità di opere che si trovano al suo interno, si parte dal museo dedicato agli Egizi fino a tutto ciò che hanno accumulato i papi nei secoli. Per gusto personale, quello che mi ha sorpreso di più all’interno dei Musei è la Galleria delle carte geografiche accompagnata dal Padiglione delle Carrozze.

Ciò che però ti lascia veramente di stucco è camminare all’interno delle Stanze di Raffaello e della perfetta Cappella Sistina. Gli affreschi ti lasceranno veramente a bocca aperta. Io stesso ricordo ancora le sensazioni che ho provato quando son passato di qui, emozioni uniche che vanno provate!

Se vuoi visitare i Musei Vaticani, ti consiglio di leggere questa mia guida dove elenco tutte le cose che devi assolutamente vedere!

La fila alle casse dei Musei Vaticani è molto lunga, per questo ti consiglio, per esperienza personale, di preordinare i biglietti anticipatamente ed accedere direttamente ai musei!
👇🏻

Basilica San Pietro

Passiamo ora alla Basilica di San Pietro e la sua omonima piazza, il centro mondiale del cattolicesimo, nonché Basilica più grande di Roma e del mondo. Molte persone aspettano il momento di entrare in questa piazza quasi come un sogno, magari chi vive dall’altra parte del mondo, noi invece siamo molto fortunati ad averla nel nostro paese, per cui cerca di godertela il più possibile!

Le colonne che circondano la piazza sono imponenti e in alcuni punti è possibile vederle perfettamente allineate tra loro, un gioco di prospettiva veramente unico. Al centro della piazza puoi ammirare il grande obelisco, accompagnato nel periodo di Natale dal presepe che viene allestito in piazza.

Se hai un po’ di fortuna, non dovresti metterci troppo tempo per entrare all’interno della Basilica, la fila costeggia tutto il colonnato della piazza ma è molto scorrevole. Entrare nella Basilica di San Pietro ti lascerà a bocca aperta data la sua imponenza. Inoltre puoi ammirare alcuni tra i migliori capolavori della storia dell’uomo come La Pietà di Michelangelo.

Venire a Roma e non salire sulla Cupola di San Pietro è quasi un delitto, devi farlo, la vista da lì è veramente unica e lascia senza fiato qualsiasi turista o cittadino romano. L’unica pecca di questa vista è proprio non vedere la Cupola tra i tetti di Roma, perché ci sei dentro! 🙂

Se vuoi visitare la Basilica di San Pietro, ti consiglio di leggere questa mia guida dove elenco tutte le cose che non puoi assolutamente perderti!

Non puoi venire a Roma senza salire sulla Cupola di San Pietro, ti lascio l’ingresso che permette di visitare la Basilica, la Cupola e la Cripta
👇🏻

Castel Sant’Angelo

Eccoci alla fine del nostro viaggio, concludiamo il nostro tour con il bellissimo Castel Sant’Angelo! Il castello è un monumento a ridosso del Tevere collegato al Vaticano attraverso il “passetto”.

In realità non è sempre stato un castello, ma è stato costruito per essere il sepolcro dell’imperatore Adriano. Successivamente la struttura venne utilizzata per scopi difensivi per proteggersi da barbari e saccheggiatori che si insediavano a Roma e, nel corso della storia, tutto questo lo ha trasformato in ciò che vediamo oggi. Osservando attentamente il monumento, alla sua sinistra è possibile individuare il passetto, un tratto di mura che collega il Vaticano al Castello. Questo permise ai papi di rifugiarsi all’interno del castello per difendersi durante le invasioni delle milizie francesi e durante il Sacco di Roma.

Di fronte a Castel Sant’Angelo puoi camminare su Ponte Sant’Angelo, il ponte che collega il lungotevere Vaticano con quello Romano. Caratterizzato dalle statue degli angeli che costeggiano il ponte, questo luogo è perfetto se vuoi scattare delle foto. Quello che dico sempre è che il Castel Sant’Angelo è molto fotogenico 🙂 Puoi scattargli qualsiasi foto, lui viene sempre bene!

Ricorda che su questa pagina puoi trovare la lista di tutti i biglietti di ingresso per i monumenti principali di Roma e del Vaticano!

Biglietti di ingresso per il Terzo Giorno

Dal tramonto fino a tarda notte

Gianicolo

In questo paragrafo ho voluto aggiungere due tappe che puoi percorrere durante un tour dal tramonto fino a tarda notte (puoi farle nella stessa sera)! La prima tappa che ti consiglio è il Gianicolo. Puoi arrivarci sia dalla zona di San Pietro che da Piramide (Metro B).

Il Gianicolo è un colle romano che offre una delle passeggiate più suggestive che puoi fare a Roma. Ospita la Fontana dell’Acqua Paola, famosa grazie alla canzone Roma Capoccia di Venditti e per essere stata oggetto della prima scena del film La grande bellezza di Sorrentino. Proseguendo lungo la strada puoi trovare Piazza Garibaldi. Da qui puoi avere uno dei più bei panorami sulla città di Roma, nonché uno dei più alti. Il tramonto in questo caso è alle nostre spalle, per questo motivo la città davanti a noi è completamente illuminata di rosso tramonto, è uno spettacolo unico! Ti consiglio di portarti una macchina fotografica, non te ne pentirai 🙂

Se vuoi scoprire cosa puoi vedere al Gianicolo, ho scritto questa guida che può fare al caso tuo!

Trastevere

Scendendo dal Gianicolo arriviamo alla fine del nostro bellissimo viaggio! Trastevere è uno dei quartieri della vera Roma. Qui il tempo sembra essersi fermato, lasciando però spazio a ristoranti e locali che il Sabato sera si riempiono di vita e che rende ancora più bello camminare tra queste vie.

Magna quarcosa dentro stò quartiere! 🙂

Qui la romanità non è mai cambiata, mangiare a Trastevere è d’obbligo se vuoi assaggiare la vera cucina romana!

Mappa del tour

Siamo ormai arrivati alla fine ed il minimo che posso fare è darti una mappa di Google Maps che racchiude tutte le attrazioni che ci siamo detti fino ad ora e divise per giorni! 🙂

Booking.com

Fine!

Siamo arrivati alla fine di questo tour! Spero ti sia piaciuto vivere per qualche giorno in questa città unica e meravigliosa.

Nel caso in cui tu voglia approfondire questa guida, ti consiglio di scaricare il nostro ebook gratuito per conoscere altri posti da vedere nella capitale e non solo, magari per un viaggetto futuro, magari per questo! 😉

Iscriviti a Rome Is Love per sapere quando ci saranno ingressi scontati!

Crediti immagini: Unsplash, Pixabay

Ti ricordo che gli acquisti all’interno di questo sito o su piattaforme consigliate, sono a discrezione dell'utente. Ti invito a consultare tutte le informazioni relative ai prodotti/hotel consigliati sui siti dei rivenditori ufficiali. Le informazioni di questo sito potrebbero non essere aggiornate. Alcune attrazioni/hotel consigliate potrebbero non essere disponibili. Ti invito a consultare la pagina Disclaimer di questo sito.

Michele Bitetto

Sono un ingegnere informatico a cui piace raccontare la città di Roma, per questo ho deciso di aprire questo blog. Racconto come visitare la città, consiglio i migliori tour che puoi fare e come viverla al meglio!