Il Pantheon, un monumento conosciuto in tutto il mondo per la sua bellezza!

Lo sai che è uno degli edifici più antichi di Roma?
Sai che nel 2019 è stato il “museo” più visitato d’Italia?

Il Pantheon è ricco di storia e oggi voglio raccontarti ciò che devi assolutamente vedere in questo monumento unico!

Come ben saprai, il Pantheon è uno dei monumenti per eccellenza a Roma. Si tratta di un tempio dedicato alle divinità romane passate, presenti e future. Viene spesso detto che l’edificio è un capolavoro dell’ingegneria e in questa guida ti spiegherò il perché. Si trova in pieno centro, a due passi da Via del Corso e da Piazza Navona, per questo risulta una delle mete più ambite da tutti i turisti. Più precisamente si trova in Piazza della Rotonda, una delle più famose di Roma. Solitamente le piazze di Roma sono molto grandi, questa non lo è ma è la protagonista indiscussa di questa zona nel bel mezzo del centro storico della città eterna. Al centro della piazza puoi trovare una fontana del Rinascimento che fa da base ad un obelisco dell’Antico Egitto.

Piazza della Rotonda

Pensa che fino al diciannovesimo secolo, la piazza era la sede di un mercato del pesce e della verdura. Tutto si può dire, ma non che il Pantheon ha poca storia. Nel corso dei secoli questo monumento ha vissuto appieno tutta la romanità e oggi puoi entrarci per scoprire le sue bellezze. Nel caso non lo sapessi, il monumento è a tutti gli effetti una basilica, prende il nome di Santa Maria ad Martyres. Detto questo, direi che è il momento di iniziare il nostro tour del Pantheon 🙂

Ti ricordo che in ogni mia guida inserisco sempre una mappa con tutte le tappe di cui parlo. In questo caso ti inserirò il Pantheon e tutte le mete vicine che devi assolutamente vedere!


Cosa vedere nel Pantheon

La Facciata

Cominciamo col parlare della facciata del monumento. Se il Pantheon è famoso, è anche grazie alla sua architettura. Le sue imponenti colonne ti portano indietro nel tempo, all’epoca della Roma antica. Devi sapere che il Pantheon risale al 27 a.C.. Nella sua storia però, l’edificio è andato incontro a due incendi, per questo l’Imperatore Adriano ha deciso di ricostruirlo. Fu ultimato nel 124 d.C. ed è proprio grazie a questo intervento che oggi puoi ammirarlo con questa forma particolare!

Una delle bellezze del monumento è che prima di entrare, ti trovi al di sotto di queste colonne che ti fanno sentire veramente piccolo. Tra l’altro sono 16, quindi puoi capire l’imponenza che ti trovi davanti. Per entrare all’interno del monumento, attraversi una porta in bronzo unica dato che si tratta di una delle più antiche di Roma. Prima di passare alla prossima cosa da vedere nel tempio, dobbiamo tradurre la famosa scritta posta sulla facciata del Pantheon: “Marcus Agrippa, Luci filius consul, tertium fecit“. Questa frase latina, equivale in italiano a: “Lo costruì Marco Agrippa, figlio di Lucio, console per la terza volta” 😉


Ho creato una pagina dove puoi prenotare i biglietti dei principali musei e monumenti di Roma e del Vaticano!
La trovi qui! 😉

La Cupola

Parliamo ora del vero capolavoro dell’ingegneria e dell’architettura: la cupola! Si tratta di una delle più grandi di tutto il mondo, e sono passati “solo” duemila anni dalla sua costruzione. Per dimensioni, è più grande della cupola di San Pietro e di quella del Brunelleschi nel Duomo di Firenze. Al momento, quella del Pantheon è la cupola in calcestruzzo più grande del mondo. Mica male no? 🙂

Il Pantheon è un monumento che avvolge. Parliamo spesso di un capolavoro dell’ingegneria perché il diametro della cupola è uguale all’altezza dell’edificio, questo permette di avere uno spazio perfettamente sferico all’interno del tempio. Direi che solo questo potrebbe bastare e invece no!

Il Pantheon è famoso soprattutto per l’oculus, il foro al di sopra della cupola. In passato veniva utilizzato per studiare l’astronomia. Tante sono le leggende, come quella che nel Pantheon non cade la pioggia. In realtà l’acqua piovana entra eccome, lo fa solo in modo diverso rispetto a quel che ci si aspetta. Il foro ha un effetto camino. In passato si poteva percepire ancora meglio l’effetto poiché le candele presenti all’interno del tempio creavano del calore che, uscendo dal foro della cupola, incontrava la pioggia e la nebulizzava, rendendo più piccole le gocce d’acqua piovana. Questo effetto accade anche oggi ed è proprio per questo che esistono dei fori di scolo posti proprio al centro dell’edifico.


Qui puoi prendere l’audioguida per visitare al meglio Pantheon!
👇🏻

Affreschi e Sepolture importanti

Il Pantheon ha una forma circolare, mentre affianchi le sue pareti puoi ammirare numerosi affreschi e opere tutte da vedere. Una delle più famose è sicuramente l’Annunciazione di Melozzo da Forlì. Parlando delle sepolture, il tempio è molto importante perché conserva le tombe di persone illustre. Tra queste, posso citare quella che per quanto mi riguarda è la più importante, quella di Raffaello Sanzio. Raffaello è stato uno dei più grandi artisti della storia dell’arte e dell’architettura. Una delle figure più importanti del Rinascimento.

Ma non solo, devi sapere che il Pantheon conserva anche i resti di due persone molto importanti pe la nostra nazione. Si tratta dei due primi Re d’Italia e di una Regina, Vittorio Emanuele II, Umberto I e Margherita di Savoia. Garibaldi, Cavour, Vittorio Emanuele II e Mazzini sono considerati “padri della Patria”, riesci a capire il perché devi visitare queste tombe molto importanti per la nostra storia. Sicuramente un altro motivo in più per vedere il Pantheon 😉

A proposito, se ami la storia dell’Italia, ti consiglio di visitare il Gianicolo, un colle romano ricco di storia. Ne parlo in questa guida!


Come visitare il Pantheon

Il Pantheon è visitabile gratuitamente! Dal Lunedì al Venerdì puoi entrare liberamente facendo la normale fila fuori dal monumento (solitamente scorre veloce). Per quanto riguarda weekend e festivi, serve prenotarsi almeno un giorno prima della visita. Puoi prenotarti gratuitamente sul sito ufficiale seguendo questi passi:

  • Registrati con una mail
  • Seleziona giorno e orario della visita sul calendario
  • Dopo questi step verranno creati dei biglietti che avranno il codice da mostrare all’ingresso del monumento

La comodità è che con una registrazione puoi prenotare più biglietti. Quindi se sei in una famiglia di quattro persone, puoi prenotare i biglietti di tutti con un unico account.

Per tutte le informazioni aggiornate, ti invito a consultare il sito ufficiale del monumento.

Se vuoi un consiglio, guarda il Pantheon con un’audioguida per poter vivere al meglio la tua visita! Puoi prenotarti attraverso questo link.


Cosa vedere vicino al Pantheon

Piazza della Minerva

Come potevo parlarti del Pantheon senza citare la piccola piazza dietro il monumento? Parliamo di Piazza della Minerva, un piccolo angolo di Roma davvero originale. Devi sapere che al centro della piazza puoi trovare uno degli obelischi antichi di Roma. Questo però, rispetto agli altri, ha una particolarità che lo rende più bello rispetto a quelli che puoi trovare in giro per la città!

L’obelisco della Minerva è posizionato sulla groppa di un elefantino in marmo (in foto) che è stato progettato da Gian Lorenzo Bernini, uno degli artisti più influenti di tutto il Barocco che spesso cito nelle mie guide. Pensa che l’obelisco risale al IV secolo a.C., questo ci fa capire quanto sia antico questo monumento unico di Roma. Si trova proprio dietro il Pantheon, quindi devi assolutamente cogliere l’occasione di visitare questa piazza 🙂


Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola

La seconda tappa vicina al Pantheon di cui voglio parlarti è la bellissima Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola! Se non la conosci, devi assolutamente visitarla. Nasconde due capolavori unici della storia dell’arte che sicuramente apprezzerai. La chiesa conserva dei giochi di prospettiva che fanno rimanere a bocca aperta qualunque turista passi di qui. Andrea Pozzo è l’autore di questi capolavori, uno degli artisti più influenti della sua epoca!

La primo motivo per cui devi vedere questa chiesa è la Gloria di Sant’Ignazio. Come puoi vedere nella foto in alto, l’affresco raffigurato sulla volta della chiesa gioca con la prospettiva per dare l’impressione al turista che il tetto non abbia una fine. Il secondo motivo è la Finta Cupola, un affresco che ti dà l’impressione che la chiesa abbia una cupola che in realtà non esiste. Mica male no? 🙂

Se ti interessa visitare questa chiesa, ti consiglio di leggere la mia guida dove spiego tutto ciò che puoi vedere!


Mappa Completa

Come promesso ad inizio guida, ti lascio una mappa con tutte le tappe di cui abbiamo parlato. Il Pantheon puoi identificarlo con il punto rosso. Fanno buon uso 😉


Fine!

Si conclude così il nostro viaggio nel tempio di Roma. A me piace tantissimo visitarlo, è uno dei luoghi unici della città che vorrei vedere sempre, per questo ho deciso di dedicargli questa guida. Io sono Michele e scrivo guide su Roma per romani e turisti. Ho creato questo blog per aiutare gli altri a visitare questa città unica al mondo 🙂

Ti lascio alcune guide che potrebbero interessarti:

Puoi leggere tutte le mie guide sfruttando il menu del sito o andando nella sezione Cosa Vedere.

Chiudo lasciandoti un form dove puoi iscriverti a Rome Is Love e ricevere il mio ebook gratuito dove parlo delle tappe che secondo me dovresti assolutamente fare a Roma!

Ti ringrazio, alla prossima 🙂

Crediti immagini: Unsplash, Pixabay

Ti ricordo che gli acquisti all’interno di questo sito o su piattaforme consigliate, sono a discrezione dell'utente. Ti invito a consultare tutte le informazioni relative ai prodotti/hotel consigliati sui siti dei rivenditori ufficiali. Le informazioni di questo sito potrebbero non essere aggiornate. Alcune attrazioni/hotel consigliate potrebbero non essere disponibili. Ti invito a consultare la pagina Disclaimer di questo sito.

Michele Bitetto

Sono un ingegnere informatico a cui piace raccontare la città di Roma, per questo ho deciso di aprire questo blog. Racconto come visitare la città, consiglio i migliori tour che puoi fare e come viverla al meglio!