Lo sai che Roma ha un’isola nel cuore della città?
Lo sai che proprio qui sia romani che turisti amano rilassarsi?

In questa guida ti spiegherò perché devi visitare l’Isola Tiberina e cosa devi vedere 🙂

Ciao! Mi chiamo Michele, ho creato questo blog dove racconto Roma a romani e turisti. Scrivo queste guide per passione, mi piace aiutare chi vuole visitare questa città 🙂 Oggi voglio parlarti di una delle cose belle di Roma, la piccola isola abitata nel cuore del Tevere. Si trova tra la zona vicina al centro storico di Roma e quella di Trastevere, per cui non puoi non passarci!

Una leggenda narra che l’isola si sia formata nel 510 a.C. quando i romani si ribellarono al Re Tarquinio il Superbo. Infatti furono proprio loro a prendere tutto il grano di proprietà del Re per gettarlo all’interno del Tevere. L’accumulo del grano fece pian piano emergere l’isola che vediamo oggi. Una cosa molto curiosa 🙂

Molti turisti visitano l’Isola Tiberina ogni giorno e posso assicurarti che rimangono sorpresi nel vedere questa particolarità che solo Roma può regalarci. Un’isola nel bel mezzo di una delle città più grandi del mondo, con tanto di chiese, ponti e zone di relax. Dopo aver letto questa guida conoscerai tutte le tappe che devi fare e inserirò anche una mappa che ti sarà di aiuto alla visita!

Cosa vedere

1. Ponte Fabricio

Il nostro tour dell’Isola Tiberina non poteva che cominciare da Ponte Fabricio, uno dei ponti meglio conservati di Roma! Collega la zona vicina al centro storico (il Ghetto Ebraico) all’isola. È molto caratteristico perché richiama i ponti antichi della città. Devi sapere che questa è una delle strutture che ha mantenuto la sua composizione originaria nel tempo, tant’è che è il più antico nel suo genere.

La sua costruzione risale al 62 a.C., per cui puoi ben capire quanto sia importante e quante persone nel corso dei secoli hanno messo piede su questo “monumento” romano. Tra l’altro devi sapere che appena dopo questo ponte c’è il ristorante di Sora Lella, una delle trattorie più famose di Roma 😉

Rimanendo in tema, diciamo che questa zona della città è dedicata completamente al cibo. Infatti proprio a due passi dall’Isola Tiberina c’è Trastevere, il quartiere romano per eccellenza che ha mantenuto la sua cultura culinaria. Se vuoi visitarlo puoi leggere questa mia guida. Consiglio assolutamente!

2. Torre dei Caetani

La seconda tappa del nostro viaggio è la Torre dei Caetani! Si trova appena dopo Ponte Fabricio ed è il primo edificio che trovi non appena arrivi sull’isola. Devi sapere che Roma ha anche delle torri medievali e questa è una di quelle. Veniva utilizzata per scopi difensivi e serviva a controllare chi entrava e usciva dall’isola tramite Ponte Fabricio!

Devi sapere che la torre viene chiamata anche Torre della Pulzella perché nelle sua mura fu inserita una scultura in marmo che rappresentava il volto di una ragazza. Una leggenda narra che questa giovane donna fu segregata nella torre perché non aveva spostato l’uomo prescelto dalla sua famiglia. Da qui il nome “Pulzella” che sta per “ragazza senza marito”.

Puoi vedere la torre da vicino sia quando arrivi sull’isola, sia scendendo sulla riva. Tra poco te ne parlerò perché è una cosa molto suggestiva 🙂

3. Basilica di San Bartolomeo

La terza tappa del nostro viaggio si trova nel cuore dell’isola, ti parlo della Basilica di San Bartolomeo! È stata costruita nell’anno 1000 con lo scopo di conservare i resti di San Bartolomeo apostolo. Parliamo di una delle chiese storiche di Roma che ha avuto una forte influenza nel medioevo, tant’è che la torre del campanile risale a quel periodo!

La posizione la rende sicuramente una chiesa molto suggestiva e da visitare. Il soffitto della navata centrale regala affreschi racchiusi da dei cassettoni, una cosa molto particolare. Tutti gli interni sono ricchi di decorazioni che non ti aspetti di vedere se guardi questa chiesa da fuori. Sembra una delle tante basiliche di Roma, invece come in molti casi nasconde bellezza 😉

4. La riva dell’Isola

Prima ti ho parlato della riva dell’isola, ma di cosa si tratta? Devi sapere che proprio di fronte alla Basilica di San Bartolomeo, esistono delle scalette che ti portano nella zona inferiore dell’isola, quella più a contatto con il Tevere. Un’altra curiosità dell’isola Tiberina è che ha la forma di un’antica nave romana, per cui scendendo a riva ti sembrerà proprio di navigare nel centro di Roma!

Il Tevere è davanti a te e la corrente è veramente molto forte, non a caso tantissimi romani e turisti amano fermarsi qui nei primi weekend di primavera per sedersi, rilassarsi e ascoltare il fruscio dell’acqua nel bel mezzo di Roma. La particolarità di questa zona dell’isola è che i rumori cittadini che sono sopra di te diminuiscono e non di poco, per questo anche io ogni tanto amo venire qui e rilassarmi mentre la città corre veloce a pochi passi da me 🙂

Ovviamente ti consiglio assolutamente di girare attorno all’isola per guardarla con occhi diversi, sono sicuro che ti piacerà!

Devi sapere che esistono dei battelli che navigano sul Tevere, puoi trovare tutte le informazioni su questa pagina.

5. Chiesa di San Giovanni Calibita

Parliamo ora della seconda chiesa di questa guida: la Chiesa di San Giovanni Calibita! Si trova proprio davanti alla Torre dei Caetani ed è una piccola chiesa settecentesca, sia per quanto riguarda la facciata che per gli interni. Conserva opere d’arte che puoi apprezzare ancora di più coi giochi di luce all’ora del tramonto 😉

Una delle opere più importanti è la Madonna della Lampada. Una leggenda racconta che questa immagine si trovava sulla riva del Tevere con una lampada accesa. Il fiume ricoprì totalmente questa lampada e nonostante questo il fuoco rimase acceso. Per questo si dice che la Madonna della Lampada sia un’immagine miracolosa!

6. Ponte Cestio

Fino ad ora ti ho parlato di Ponte Fabricio, quello che collega la zona del centro storico con l’isola. Ovviamente deve esserci un altro ponte e questo è il Ponte Cestio! Si tratta di uno dei ponti più antichi di Roma dato che risale al 46 a.C. e collega l’isola Tiberina con la zona opposta del Tevere, più precisamente andiamo verso Trastevere (tra poco te ne parlerò). È stato realizzato in pietra e con tre arcate che lo rendono unico nel suo genere!

Ti consiglio di visitarlo soprattutto di sera. Io parcheggio sempre qui vicino quando devo andare a Trastevere e ti assicuro che essere su questo ponte e vedere il Tevere che scorre sotto i tuoi piedi è una cosa molto suggestiva. Il fiume riflette le luci dell’isola e crea una bellissima atmosfera, soprattutto per una classica passeggiata romantica nel centro di Roma 🙂

7. Ponte Rotto

Proseguiamo il nostro viaggio facendo tappa ad una delle cose più particolari di Roma: il Ponte Rotto! Si tratta del primo ponte in muratura di Roma e ciò che rimane oggi è un’arcata nel bel mezzo del Tevere. La foto che ho messo in alto è stata scattata da Ponte Cestio. Come puoi vedere, il Ponte Rotto si trova sulla sinistra ed è visibile da quasi tutti i punti dell’isola!

Devi sapere che scendendo sulla riva dell’isola Tiberina puoi riuscire a guardarlo da vicino. Puoi sederti sulla banchina dell’isola e ammirarlo in tutta tranquillità. La bellezza di questo ponte è che riesce a catturarti anche dopo più di 2000 anni di storia. Si dice che sia stato costruito intorno al 142 a.C., per cui ti lascio immaginare quanta importanza hai davanti ai tuoi occhi. Ti assicuro che ne vale veramente la pena 🙂

Ricordati che esiste il battello che naviga sul Tevere, puoi prenotarti qui!
👇🏻

Cosa vedere vicino all’Isola Tiberina

Colle Aventino

Ho deciso parlarti di due tappe che devi assolutamente fare se visiti l’isola Tiberina. La prima è il Colle Aventino, si trova a 10/15 minuti a piedi dall’isola e si tratta di uno dei sette colli di Roma che nasconde tanta bellezza. Tantissimi romani lo visitano principalmente per vedere il Giardino degli Aranci, un piccolo angolo verde che conserva alberi d’arancio e da cui puoi ammirare una delle viste panoramiche più belle di Roma!

Questo colle nasconde anche il buco della serratura più famoso della città da cui puoi vedere la cupola di San Pietro. Anche il Roseto comunale è una delle tappe che non puoi assolutamente perdere, soprattutto in primavera. Ti assicuro che questa zona di Roma è veramente tutta da scoprire, per questo ti consiglio di leggere questa mia guida dove trovi tutte le tappe che devi assolutamente fare sul colle Aventino 🙂

Trastevere

Ed eccoci qui, non potevo assolutamente saltare questa tappa. Se vuoi vedere l’isola Tiberina devi assolutamente approfittarne per camminare in uno dei quartieri storici di Roma: ti parlo di Trastevere! Qui il tempo sembra essersi fermato, i vicoli ricordano molto la città degli anni ’60 e anche la cucina ti darà ragione 🙂

Proprio in questo quartiere puoi assaporare i piatti unici della cucina romana: Carbonara, Amatriciana, Gricia, Cacio e Pepe e chi più ne ha più ne metta! Trastevere è veramente un must se si tratta di romanità, per questo ti consiglio di visitarlo. Questi sono anche i motivi per cui ho deciso di scrivere questa guida dove spiego cosa devi assolutamente vedere a Trastevere. Sono sicuro che ti sarà utile!

Ho creato una pagina dove puoi prenotare i biglietti dei principali musei e monumenti di Roma e del Vaticano!
La trovi qui! 😉

Mappa completa

Come promesso a inizio guida, ti lascio questa mappa di Google Maps che ho creato per aiutarti a capire dove sono posizionate tutte le tappe di cui ti ho parlato, così da evitarti ulteriori ricerche. Fanne buon uso 🙂

Fine

Il nostro tour dell’Isola Tiberina termina qui! Io sono Michele e Rome is Love è il blog che ho creato per dare consigli a romani e turisti su tutto ciò che bisogna vedere a Roma. Spero che questa guida ti sia piaciuta e che tu possa goderti al meglio le bellezze che ci regala quest’isola unica nel cuore di Roma. Ti ricordo che sul mio blog puoi trovare guide strettamente collegate a questa:

Se hai voglia di scoprire cose nuove su questa città, ti consiglio di guardare le altre mie guide su cosa vedere a Roma!

Per sapere quando ci saranno sconti sui biglietti di musei e monumenti, ti consiglio di iscriverti alla mailing list di Rome is Love attraverso il form in basso.

Ciao e buona Roma! 🙂

Crediti Immagini: Unsplash, Pixabay

Ti ricordo che gli acquisti all’interno di questo sito o su piattaforme consigliate, sono a discrezione dell'utente. Ti invito a consultare tutte le informazioni relative ai prodotti/hotel consigliati sui siti dei rivenditori ufficiali. Le informazioni di questo sito potrebbero non essere aggiornate. Alcune attrazioni/hotel consigliati potrebbero non essere disponibili. Ti invito a consultare la pagina Disclaimer di questo sito.

Michele Bitetto

Sono un ingegnere informatico a cui piace raccontare la città di Roma, per questo ho deciso di aprire questo blog. Racconto come visitare la città, consiglio i migliori tour che puoi fare e come viverla al meglio!