Ciao! Sono Michele, ho creato questo blog dove spiego a romani e turisti cosa vedere a Roma! Stai per leggere una guida che volevo creare da tempo un raccoglitore di tappe da non perdere assolutamente sia se non hai mai visto Roma, sia se ci stai tornando per la seconda volta!

Cosa vedere a Roma?
Come puoi organizzare il tuo tour?
Quali sono le tappe poco conosciute ma che meritano una visita?

Sono proprio queste le domande a cui darò una risposta! Su questo sito ho scritto tantissime guide sulle tappe più importanti della città e nel tempo ho capito che era arrivato il momento di racchiuderle in un unico posto. Ti consiglio di leggere questa guida perché sono sicuro che ti sarà utile e ti permetterà di scoprire cose nuove su questa città meravigliosa 🙂

In questa guida troverai tutto ciò che ti serve sapere per scoprire le bellezze di Roma!

Ora voglio darti un po’ di contesto perché ci sono veramente tantissime cose da sapere:

  • Ho suddiviso tutto per zone dato che il centro di Roma è molto grande, così puoi organizzare il tuo tour ancora più facilmente.
  • Ogni zona ha una mappa con tutte le tappe di cui ti parlo.
  • Puoi prenotare la visita di ogni tappa direttamente partendo da questa guida.
  • Guide utili per organizzare il tuo viaggio, troverai quelle per visitare i singoli musei/monumenti e alcune per organizzare l’intero itinerario.

Prima di iniziare voglio dirti che, almeno che tu non stia a Roma per tanti giorni, forse alcune tappe non riuscirai a vederle (ad esempio i quartieri particolari). Il mio consiglio è di visitare in primis le zone di Colosseo, Vaticano, Campidoglio, Via del Corso e Corso Vittorio Emanuele. Queste sono le tappe obbligatorie per chiunque visiti Roma, non saltarle! Ti consiglio anche di visitare tutte le tappe a piedi perché puoi goderti ancora di più le esperienze che ci regala questa città a dir poco meravigliosa 🙂

Cosa vedere a Roma

Zona Vaticano

Musei Vaticani

Cortile della Pigna - Musei Vaticani

Dovevo per forza cominciare da qui! La zona del Vaticano è unica, ti regala veramente tantissime emozioni e i Musei Vaticani sono uno dei motivi per cui devi assolutamente visitare lo stato più piccolo del mondo. Parliamo di una delle raccolte d’arte più grandi di sempre, un connubio di arte e storia che tante persone provenienti da tutto il mondo vogliono visitare almeno una volta nella vita!

Ma cosa conservano? Qui puoi percorrere tutta la storia dell’uomo attraverso numerosi musei. Le sale ti accompagnano dal periodo degli antichi Egizi fino ai giorni nostri. Ogni volta che pensi di aver visto la parte più bella ne esce un’altra ancora più affascinante. Per me questa è la bellezza dell’arte, è questo ciò che permette ai Musei Vaticani di essere uno dei musei più belli del mondo, se non il più bello 🙂

Qui puoi camminare nelle stanze affrescate da Raffaello, puoi ammirare le opere di Leonardo e Caravaggio nella Pinacoteca Vaticana, per non parlare della Galleria delle Carte Geografiche e della Scala Elicoidale di Giuseppe Momo. Tante epoche, tanti artisti, bellezza, arte e storia, tutto all’interno del Vaticano, un posto che devi assolutamente scoprire. Se vuoi sapere tutto ciò che bisogna assolutamente vedere ai Musei Vaticani, ti lascio questa guida che ho scritto e pubblicato direttamente su questo sito.

Puoi trovare tutte le informazioni sulla prenotazione della visita e sugli orari di apertura dei Musei Vaticani su questa pagina.

Qui puoi prenotare la tua visita dei Musei Vaticani e della Cappella Sistina!
👇🏻

Cappella Sistina

La seconda tappa di questo nostro viaggio si trova sempre all’interno dei Musei Vaticani! Ti parlo della Cappella Sistina, la bellezza assoluta che ci ha regalato Michelangelo, da molti anche considerata come uno dei capolavori più belli della storia dell’arte, se non il migliore. Come dargli torto, entrare qui è veramente un privilegio, siamo molto fortunati, per cui devi assolutamente cogliere l’occasione 🙂

Pensa che qui puoi ammirare la Creazione di Adamo e il Giudizio Universale di Michelangelo, due affreschi a dir poco perfetti che ti accompagnano in questo viaggio incredibilmente unico nel suo genere. Come ti dicevo prima, tantissime persone sognano di venire qui perché è incredibile guardare coi propri occhi cosa sia stato capace di fare un solo uomo. Rimani a bocca aperta, gli affreschi sono anche interconnessi tra loro perché raccontano un unica storia.

Lo sai che il biglietto dei Musei Vaticani include la Cappella Sistina? Pensa che nessuno negli ultimi secoli l’ha vista come la vediamo noi oggi. Il suo restauro è iniziato negli anni ottanta e terminato nel 1994. È durato ben 14 anni e grazie a questo intervento tutte le opere sono tornate ad avere un colore incredibilmente vivo. Oggi puoi ammirarla come nessuno ha mai fatto e sono sicuro che ti piacerà tantissimo.

Se vuoi saperne di più, ricorda che su questo blog ho scritto la guida Cosa vedere nella Cappella Sistina, sono sicuro che ti sarà utile. Un consiglio! Cerca di capire se prenotare la normale visita o quella con una guida turistica perché il prezzo non è molto differente tra le due scelte.

Per quanto riguarda i tour guidati dei Musei Vaticani, io mi sono trovato molto bene con quello GetYourGuide, trovi tutto su questa pagina.

Qui puoi prenotare il tour guidato dei Musei Vaticani e della Cappella Sistina!
👇🏻

Basilica di San Pietro

La terza tappa del nostro viaggio è una delle più importati di Roma! Ti parlo della Basilica di San Pietro, il centro mondiale del cattolicesimo e pensa un po’, la basilica papale più grande del mondo. Abbiamo una grande fortuna ad averla in Italia, per cui cerca di godertela il più possibile perché al suo interno nasconde tanta, tanta bellezza!

Puoi ammirare la sua maestosità, i suoi affreschi e le sue opere meravigliose in modo del tutto gratuito. La Pietà di Michelangelo la trovi proprio qui, uno dei capolavori più belli della storia dell’arte, tra l’altro ha lanciato Michelangelo e se oggi possiamo vedere tutte le altre sue opere è proprio grazie a questa scultura fatta quando aveva poco più di vent’anni.

Ovviamente di cose da vedere ce ne sono veramente tante, per questo ti consiglio di valutare il tour guidato della basilica. Io l’ho fatto poco tempo fa e ne vale veramente la pena. Ci si concentra sulle opere maggiori, si visitano le Grotte Vaticane e poi si sale sul tetto di Roma, il famoso cupolone, il protagonista di tutta la chiesa e dei panorami romani 🙂

Ora ti lascio due guide che ho scritto, sono sicuro che ti saranno utili:

Su questo blog c’è anche la sezione Vaticano dove puoi approfondire questa zona. Se posso darti un consiglio, Musei Vaticani, Cappella Sistina e San Pietro sono le tappe fondamentali, cerca di farle! Sono sicuro che non te ne pentirai. L’aria qui è diversa, non è importante che tu sia credente o meno perché l’arte ti accompagna in ogni caso.

Puoi trovare tutte le informazioni sulla prenotazione del tour con visita alla Cupola di San Pietro su questa pagina!

Qui puoi prenotare la visita alla Cupola di San Pietro!
👇🏻

Piazza San Pietro

Continuiamo parlando di Piazza San Pietro, una delle piazze più importanti e belle di Roma. Qui non puoi non notare il capolavoro che ha creato Bernini con queste splendide colonne. Ora ti dico una cosa che devi assolutamente fare quando sarai al centro della piazza: ci sono due punti (segnati) che ti permettono di osservare un gioco di prospettiva veramente unico.

Le colonne che ruotano attorno alla piazza sono composte da quattro file. Bene, in questi due punti le vedi perfettamente allineate per via della perfezione con cui Bernini ha progettato tutto ciò che vediamo attorno a noi. Nella foto in alto puoi farti un’idea di ciò che dico. Dietro quelle colonne ci sono altre tre file, se vuoi sorprendere qualcuno portalo qui 🙂

In Piazza San Pietro trovi anche le due fontane gemelle, sono uniche nel loro genere e si trovano rispettivamente ai lati dell’obelisco egizio che spicca in mezzo alla piazza. Si chiamano così perché sono quasi identiche ma devi sapere che non sono state realizzate nello stesso momento. La prima è della fine del quattrocento, la seconda è del seicento ed è stata realizzata proprio da Gian Lorenzo Bernini.

Castel Sant’Angelo

Chiudiamo la zona del Vaticano con uno dei monumenti più importanti di tutta la città: Castel Sant’Angelo! Si tratta di un monumento veramente unico, uno dei più belli di Roma perché spicca benissimo alle spalle del Tevere. Se passi in questa zona non puoi fare a meno di guardalo. Non è un caso che le persone che amano la fotografia vengono qui all’ora del tramonto, è veramente tutto suggestivo!

Sai che puoi anche visitarlo? Questo castello conserva tanta storia e ogni sala all’interno del monumento ti fa immergere nel passato. Considera anche che a Castel Sant’Angelo c’è una delle terrazze panoramiche più belle di Roma. Hai una vista unica sulla Basilica di San Pietro dato che è molto vicina, tra l’altro l’atmosfera che si respira qui è veramente incredibile, soprattutto all’ora del tramonto. Se sei con la tua dolce metà, devi assolutamente visitare questo posto 🙂

Ultima cosa prima di andare oltre! Ricorda di passeggiare anche su Ponte Sant’Angelo, uno dei ponti più belli di Roma. Se vuoi visitare il castello ti consiglio di leggere la mia guida dove spiego cosa vedere a Castel Sant’Angelo.

Puoi trovare tutte le informazioni sugli orari e sulla prenotazione della tua visita a Castel Sant’Angelo su questa pagina!

Qui puoi prenotare il tour guidato di Castel Sant'Angelo!
👇🏻

Mappa per il Vaticano


Zona Colosseo

Colosseo

Ora passiamo ad una delle zone più importanti della città! Facciamo tappa al Colosseo, il più grande anfiteatro del mondo. Pensa che riusciva a contenere un numero di persone pari a quello dei più grandi stati moderni. Parliamo del monumento per eccellenza, il simbolo di Roma e dell’Italia, un monumento devi assolutamente vedere se visiti questa città per la prima volta perché proprio qui cammini nel vero cuore della Roma antica!

Pensa che ha più di 70 accessi che gli permettevano di far defluire migliaia di persone in circa 5 minuti. Sappiamo benissimo quanto fosse tutto studiato a quei tempi. Pensa che al Colosseo si mangiava e beveva gratis, ovviamente tutto aveva un costo e non è difficile capire che veniva fatto per politica.

Ci sono tantissime cose da sapere, per questo ti consiglio di valutare un tour guidato. Quello a cui ho partecipato è stato a dir poco perfetto, la guida era preparatissima e ha raccontato delle cose che non ho trovato neanche su Google. Ovviamente puoi decidere se prenotare la visita guidata o la normale visita, ora ti spiego.

Col biglietto del Colosseo puoi accedere anche al Foro Romano e al Colle Palatino (tra poco te ne parlo), sfrutta questa occasione perché quest’ingresso è ti porta veramente nel cuore di Roma. Se stai facendo un viaggio di coppia, con amici o con la tua famiglia non importa. Sono sicuro che non ve ne pentirete 🙂

Puoi trovare tutte le informazioni sulla prenotazione della visita e sugli orari di apertura del Colosseo su questa pagina.

Qui puoi prenotare la tua visita al Colosseo!
👇🏻

Foro Romano e Colle Palatino

Ora immergiamoci nel Foro Romano e nel Colle Palatino! Si tratta di un’area archeologica a due passi dal Colosseo dove un tempo sorgeva Roma. Il commercio, la politica e la religione romana si trovavano proprio tra queste antiche vie. Camminare in questo luogo ti fa veramente sentire parte dell’antica Roma. Si torna indietro di più di duemila anni e si vive un luogo che nel corso dei secoli ha raccolto tantissima storia!

Visitare il Colosseo e il Foro Romano è un classico per ogni turista, anche perché il biglietto è unico. Il tutto ti occupa circa metà giornata, sia con la normale visita che con la guida anche se con la seconda risparmi tempo sulla fila, solitamente scorre molto più velocemente. Ovviamente anche in questo caso ricorda che ho scritto una guida dove racconto la mia visita del Colosseo e del Foro Romano, la trovi su questa pagina. Fanne buon uso 🙂

Puoi trovare tutte le informazioni sulla prenotazione della visita guidata e sugli orari di apertura di Colosseo e Foro Romano su questa pagina.

Qui puoi prenotare il tour guidato del Colosseo e del Foro Romano!
👇🏻

Fori Imperiali

Continuiamo il nostro viaggio facendo tappa ai Fori Imperiali. Si trovano proprio in Via dei Fori Imperiali, a due passi dal Foro Romano. Anche in questo caso si tratta di un’area archeologica che risale all’antica Roma, conserva vecchie piazze e monumenti dell’epoca di Giulio Cesare, Vespasiano e Traiano. Pensa quanta storia è passata da qui!

Non si può fare a meno di notare la Colonna Traiana, un monumento voluto dall’imperatore Traiano per celebrare la conquista dell’attuale Romania. La colonna sembra ricordare un papiro arrotolato per 23 volte su se stesso. Se ti avvicini puoi vedere che su questo monumento sono incisi i momenti più importanti delle battaglie che poi hanno portato a questa importante vittoria.

Arrivato a questo punto devo assolutamente farti notare che una delle vie più belle di Roma è proprio Via dei Fori Imperiali. Parte dal Colosseo e termina a Piazza Venezia con il bellissimo Altare della Patria (tra poco te ne parlo). Nel mezzo attraversi tutta l’area del Foro Romano e dei Fori Imperiali. Ora capisci bene che non puoi fare a meno di passare da qui 🙂

Mappa per zona Colosseo


Zona Campidoglio

Piazza del Campidoglio

Il nostro viaggio prosegue in una zona molto vicina a quella del Colosseo e dei Fori Imperiali. Partiamo da Piazza del Capidoglio, il vero cuore della città che conosciamo oggi dato che qui c’è la sede del comune. La piazza prende il suo nome dall’omonimo colle su cui è stata fondata l’antica Roma, quindi puoi ben capire quanto sia importante.

Lo sai che Piazza del Campidoglio è stata riprogettata da Michelangelo? Ebbene si, fu proprio uno degli artisti più incredibili dell’epoca a decidere di orientarla verso la Basilica di San Pietro dato che il centro politico della città si era spostato proprio in quella zona. Al centro della piazza puoi vedere la famosa Statua Equestre di Marco Aurelio, per non parlare della vista che si ha dall’Auguraculum, in questa mia guida ti spiego tutto ciò che devi vedere nel caso tu voglia approfondire!

Michelangelo ovviamente ha messo del suo in questa piazza. Ha deciso di dargli una forma trapezoidale perché ha voluto far si che il turista arrivi in piazza dal suo lato corto e ammiri davanti a se l’amplificazione degli spazi. Questo piccolo angolo di Roma a detta di molti è perfetto. Michelangelo ha riprogettato una piazza centinaia di anni fa e ancora oggi possiamo dire che è una delle più belle del mondo, soprattutto di sera.

In passato puoi ben intuire che la piazza si affacciava verso il Foro Romano poiché il centro della città era proprio lì. Oggi esiste la possibilità di vedere il foro da quella prospettiva, per questo devi sapere che ai lati del Palazzo Senatorio parte una piccola strada che arriva ad una terrazza che si affaccia proprio su tutta l’area archeologia di cui ti ho parlato prima. Il Foro Romano è davanti a te ed è uno spettacolo, una delle viste panoramiche più belle di Roma 🙂

Musei Capitolini

No, non me li ero dimenticati! A Piazza del Campidoglio ci sono loro: i Musei Capitolini. Si tratta del complesso museale pubblico più antico del mondo e la raccolta è distribuita tra il Palazzo dei Conservatori e Palazzo Nuovo, i due edifici che spiccano in Piazza del Campidoglio insieme al Palazzo Senatorio (sede del comune).

Devi assolutamente mettere piede in questi musei perché conservano dipinti e sculture romane uniche al mondo. Ovviamente puoi intuire che la famosa Lupa Capitolina si trova proprio all’interno di queste mura, il simbolo di Roma in Italia e nel Mondo. La seconda cosa che devi assolutamente vedere è la Statua Equestre di Marco Aurelio, quella che vedi in piazza invece è una replica.

Su questo blog ho scritto una guida dove spiego quali sono i musei che devi vedere a Roma, fanne buon uso 🙂

Puoi prenotare la tua visita ai Musei Capitolini su questa pagina. Con il biglietto hai l’accesso sia per il museo che per eventuali mostre temporanee!

Ho creato una pagina dove puoi prenotare i biglietti dei principali musei e monumenti di Roma e del Vaticano!
La trovi qui! 😉

Altare della Patria

Alle spalle di Piazza del Campidoglio c’è proprio lei: Piazza Venezia col magnifico Altare della Patria! Devi assolutamente visitarlo perché racchiude tutti i valori dell’Italia. Non a caso è diventato uno dei simboli di Roma e della nostra nazione. Per quanto mi riguarda è uno dei monumenti più belli della città, non è un caso che è tra i miei preferiti. Ogni volta faccio fatica a scegliere tra lui e Castel Sant’Angelo, è veramente una sfida ardua 🙂

Ma veniamo a noi! Devi sapere che puoi accedere gratuitamente alla terrazza posizionata a circa metà monumento. Da qui hai una vista panoramica unica su tutta Roma dato che hai la possibilità di girare attorno al monumento. Piazza San Pietro, il Foro Romano, il Colosseo, la Cupola di San Pietro, Via del Corso, direi che la maggior parte delle tappe principali puoi vederle tranquillamente da qui!

L’Altare della patria è stato costruito circa 20 anni dopo l’Unità d’Italia, per questo è anche possibile trovare su Google delle foto dove si vede chiaramente Piazza Venezia senza questo monumento. Ti assicuro che da romano l’effetto finale è veramente molto strano, non riesco neanche a riconoscere la piazza.

Prima di andare oltre devo dirti che questa tappa è assolutamente obbligatoria se vedi Roma per la prima volta. Come ho già detto, l’accesso al monumento è gratuito fino ad una certa altezza, posso assicurarti che ne vale veramente la pena. In alternativa, se vuoi accedere alla terrazza in cima al monumento, puoi prendere un ascensore (a pagamento) che ti porta direttamente in cima.

Mappa per zona Campidoglio


Zona Via del Corso

Palazzo Doria Pamphilj

Cambiamo zona e dirigiamoci verso Via del Corso, la via che spacca in due la città e che ci permette di raggiungere musei, piazze e monumenti molto più che importanti. La prima tappa non poteva che essere Palazzo Doria Pamphilj. Si tratta di una collezione privata che tanti turisti provenienti da tutto il mondo vogliono vedere per via della sua bellezza.

Ti assicuro che è davvero unica, ci sono opere di artisti che hanno fatto la storia dell’arte: Caravaggio, Gian Lorenzo Bernini, Tiziano e Correggio sono solo alcuni tra questi. Le opere e le stanze tra l’altro sono veramente tante per una collezione privata, per questo sono rimasto molto colpito quando l’ho visitata!

Uno dei motivi per cui devi vedere questa collezione è la Galleria degli Specchi (in foto), forse l’avrai vista su Instagram o in tv, ti assicuro che è veramente molto suggestiva per via dei suoi colori. In questi corridoi puoi raggiungere anche la Sala dei Velluti, la Sala da ballo e il Salone Aldobrandini, bellezze assolute per chi come me ama l’arte e la fotografia 🙂

Puoi trovare tutte le informazioni sulla prenotazione della visita e sugli orari di apertura di Palazzo Doria-Pamphilj su questa pagina.

Tra l’altro con il biglietto esiste anche la possibilità di scegliere tra l’audioguida e la lista delle opere, se siete in due vi consiglio di scegliere entrambe le cose!

Puoi prenotare la visita di Palazzo Doria Pamphilj anche da qui!
👇🏻

Quirinale

A pochi passi da Via del Corso puoi raggiungere una delle piazza di importanti di Roma: Piazza del Quirinale! Sorge sull’omonimo colle e come ben saprai è proprio qui che si trova la sede della Presidenza della Repubblica Italiana. Il palazzo è stato utilizzato anche come residenza da ben 30 papi, puoi ben intuire che sicuramente qui di storia ne è passata tanta.

Non riesco mai a capire perché molti turisti non la visitano, si trova in una zona anche abbastanza centrale, però non vedo mai lo stesso numero di persone presenti nelle altre piazze maggiori di Roma. Da qui puoi scorgere i tetti della città e in lontananza una piccola Cupola di San Pietro. Tra l’altro i tramonti da qui sono spettacolari, mi è capitato di vederli più volte, è veramente molto rilassante perché ci sono delle panchine quasi sempre libere.

Tra l’altro qui puoi fare tappa alla Fontana dei Dioscuri, si trova proprio sotto ad uno degli obelischi antici di Roma. Devi sapere che se hai un po’ di fortuna, proprio a Piazza del Quirinale puoi assistere al cambio della guardia, ti assicuro che è un’esperienza molto particolare che rimane impressa!

Fontana di Trevi

Io la adoro, è una delle attrazioni principali di Roma e anche se l’ho già vista mille volte mi regala emozioni incredibili ogni volta che ci passo davanti. Ti parlo della Fontana di Trevi, una delle fontane più famose del mondo, forse anche la più bella. Saprai già che questa è una delle tappe obbligatorie da fare a Roma.

La cosa particolare è che cammini tra i vicoli del centro storico e all’improvviso te la ritrovi davanti in tutta la sua bellezza. Tutto questo è molto suggestivo ed è il motivo per cui è sempre difficile destreggiarsi tra la folla. A proposito! Devi sapere che questo monumento è stato restaurato e riaperto nel 2015. Tra le tante cose è stato anche installato un nuovo impianto di illuminazione che rende la fontana ancora più magica di sera.

Se per caso ti ritrovi a passeggiare tra le vie di Roma e vuoi vedere qualcosa di unico, passa prima dalla Fontana di Trevi, ammirala in tutta la sua bellezza e subito dopo incamminati verso all’Altare della Patria (non è lontano), sono sicuro che rimarrai entusiasta 🙂

Lo sai che mentre guardi la Fontana di Trevi, altri turisti sono sotto i tuoi piedi per visitare un’area archeologica? Se vuoi approfondire, trovi tutte le info su questa pagina!

Piazza di Spagna

Andiamo avanti, camminiamo per circa 10 minuti e facciamo tappa ad una delle piazze più importanti e visitate di Roma: Piazza di Spagna! Ti regala sicuramente un ricordo unico della città. Proprio qui puoi ammirare la Fontana della Barcaccia del Bernini, uno dei suoi capolavori che tutt’oggi dopo centinaia di anni è ancora in piedi, anche grazie ai numerosi restauri, tra cui l’ultimo che si è concluso nel 2014.

Importante! Molti turisti la calpestano per farsi un selfie originale che poi tanto originale non è dato che lo fanno tutti, non farlo anche tu. Sai benissimo quanto sia importante rispettare e preservare questi monumenti, non fare lo stesso errore che fanno gli altri turisti!

Ora torniamo a noi, devi sapere che proprio a Piazza di Spagna puoi ammirare la bellissima Scalinata di Trinità dei Monti che grazie ai suoi 136 gradini ti regala la possibilità di raggiungere una terrazza che si affaccia su tutta la piazza, sui tetti della città e su Via Condotti, la strada dove si trovano i negozi delle case di moda più famose del mondo.

Piazza di Spagna è una piazza elegante, soprattutto in primavera quando per tutta la scalinata vengono posizionati dei bellissimi fiori che donano ancora più bellezza e rendono tutto molto suggestivo. Tra l’altro poco dopo la terrazza di cui ti parlavo puoi visitare la Chiesa della Santissima Trinità dei Monti, te la consiglio 🙂

Anche in questo caso puoi sfruttare una guida che ho scritto su questo blog, si chiama Cosa vedere a Piazza di Spagna.

Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola

Ora cambiamo lato! Se fino ad ora abbiamo visto la zona a destra di Via del Corso, adesso passiamo alla zona a sinistra. Ovviamente non potevo non iniziare dalla Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola, una delle mie chiese preferite. Conserva degli affreschi veramente unici che riescono a catturarti in un batter d’occhio!

Tutto ciò che trovi al suo interno fa riferimento al periodo del barocco, la cosa più bella è che ci sono dei giochi di prospettiva dettati dall’arte, sono unici e ti fanno rimanere letteralmente a bocca aperta. Al centro della chiesa c’è anche uno specchio da cui puoi scattarti un selfie con due affreschi veramente unici.

Queste opere sono entrambe di Andrea Pozzo. La prima è la Gloria di Sant’Ignazio, un’opera che rientra tra gli affreschi più belli del Barocco perché regala un gioco di prospettiva che fa si che il tetto della chiesa sembra non avere una fine. La seconda opera è La Finta Cupola, anche in questo caso ci si illude dell’esistenza di una cupola che in realtà non esiste!

Visita questa chiesa perché è pura bellezza e si trova vicina alle tappe principali di questa zona. Se vuoi approfondire ricordati che in questo blog ho scritto una guida dove spiego proprio Cosa vedere nella Chiesa di Sant’Ignazio.

Piazza Montecitorio e Piazza Colonna

In questa zona ci sono anche due piazze molto conosciute: Piazza Montecitorio e Piazza Colonna! Nella prima c’è uno degli obelischi egizi antichi di Roma portato in questa città nel 10 a.C.. Qui c’è anche la Camera dei deputati, non è un caso trovare giornalisti con telecamere o politici di passaggio.

A Piazza Colonna invece sorge la sede del governo della Repubblica Italia. Se il Quirinale è la residenza del Presidente della Repubblica, questa è quella del Presidente del Consiglio. Tra l’altro è facile immaginare che a Piazza Colonna c’è la Colonna di Marco Aurelio, da qui il suo nome. Si tratta di un monumento alto 30 metri e si trova nel punto esatto in cui è stato edificato nel II secolo d.C..

Le due piazze si trovano una a due passi l’una dall’altra. Ti consiglio assolutamente di mangiare un gelato da Giolitti, uno dei più buoni della città 🙂

Pantheon

A due passi dalla chiesa di Sant’Ignazio c’è uno dei monumenti più importanti di Roma: il Pantheon! Parliamo di un tempio dedicato alle divinità romane passate, presenti e future. Tutti lo conosciamo perché nel corso del tempo è diventato un simbolo della capitale. Ovviamente devi venire qui per vedere l’oculus, il foro posto all’estremità superiore della cupola utilizzato in antichità per studiare l’astronomia.

Devi sapere che la sua forma nebulizza la pioggia. Questo processo rende più piccole le gocce d’acqua e si ha l’impressione che non entri all’interno del monumento. Se ti capita di vedere il Pantheon in una giornata di pioggia facci caso perché è veramente molto particolare. Ovviamente spero che i tuoi giorni di visita siano interamente di sole 🙂

Ricorda che il Pantheon è un vero e proprio capolavoro dell’ingegneria. Costruire la sua cupola in antichità era un’impresa titanica, anche perché tutt’oggi mantiene il primato di cupola in calcestruzzo più grande del mondo. Se ci pensi è una cosa veramente incredibile. Questa è una delle perle che ci regala Roma!

La visita del monumento è gratuita e in alcuni casi necessita di una prenotazione anticipata, in questa mia guida spiego sia cosa devi vedere che come prenotare.

Se vuoi scoprire la storia di questo monumento, ricorda che puoi valutare di visitarlo con il tour guidato!

Qui puoi prenotare il tour guidato del Pantheon!
👇🏻

Mappa per zona Via del Corso


Zona Corso Vittorio Emanuele

Piazza Navona

Ora cambiamo leggermente zona e ci spostiamo verso Corso Vittorio Emanuele, una delle vie principali della città. Da qui si possono raggiungere varie tappe, la prima è Piazza Navona, una delle piazze più belle di Roma. Ogni turista dovrebbe vederla, la Chiesa di Sant’Agnese in Agone spicca imperterrita al centro della piazza, Borromini e Rainaldi ci hanno regalato veramente qualcosa di unico.

Per non parlare della Fontana dei Quattro Fiumi, una delle più belle della città, forse la mia preferita insieme al fontanone (te ne parlo dopo). Questo monumento è stato realizzato da Bernini, colui che ha progettato la Fontana della Barcaccia a Piazza di Spagna e una delle due fontane gemelle a Piazza San Pietro. Puoi ben intuire quanto sia importante ammirare le sue opere!

A proposito! Cerca di visitare Piazza Navona di sera perché è uno spettacolo unico. Io l’adoro, regala dei momenti che non dimenticherai facilmente. L’illuminazione rende tutto ancora più magico e suggestivo, anche perché i turisti non ci sono e il silenzio la fa da padrone insieme allo scroscio delle fontane. Se ti piace la fotografia ti consiglio assolutamente di venirci dopo le 23:00 perché merita tantissimo. Tra l’altro ci sono delle panchine su cui puoi rilassarti e goderti una sera romana tutta per te 🙂

Se vuoi scoprire le bellezze di Piazza Navona, ti consiglio di leggere questa mia guida.

Welcome to Rome

Ora ti parlo di un museo che mi ha lasciato veramente dei bei ricordi. Non lo conoscevo, lo ammetto, però non appena l’ho visitato ho capito subito quanto sia importante conoscere la storia dietro certi monumenti prima di visitare la città. Per questo ho deciso di inserire in questa guida Welcome to Rome!

Questo museo è capace di farti immergere nell’antica Roma con delle proiezioni tridimensionali. Vedere Roma è bello ma immaginare come apparivano i monumenti secoli e secoli fa è veramente difficile. Se hai un po’ di fortuna, alcune guide turistiche portano delle diapositive che ti fanno capire com’erano certi monumenti, ad esempio nel mio tour guidato del Colosseo questo è successo e sono rimasto veramente contento. Bene, Welcome to Rome serve proprio a questo!

Ti viene fornita un’audioguida ed entri in diverse sale dove assisti ad una serie di proiezioni che riescono a catturarti totalmente. Il tutto è fatto veramente bene perché mentre osservi render in 3D sui monumenti di Roma, c’è l’audioguida che ti racconta cosa stai vedendo. Al termine della visita puoi raggiungere una sala cinematografica immersiva dove viene proiettato uno spettacolo da 30 minuti che racconta la storia di Roma. A me è piaciuto veramente tanto ed è anche una tappa super alternativa, te la consiglio!

Puoi trovare tutte le informazioni sulla prenotazione della visita e sugli orari di apertura di Welcome to Rome su questa pagina.

Qui puoi prenotare la visita a Welcome to Rome!
👇🏻

Campo de’ Fiori

Ora facciamo tappa ad una piazza che può regalarti tante gioie: Campo de’ Fiori! Devi sapere che tutte le mattine, dal 1869, proprio in questa piazza si tiene un mercato in cui si vende un po’ di tutto, compreso il cibo, motivo per cui questa zona è capace di regalarti numerose gioie. Considera che qui ci sono anche dei locali che vendono la pizza romana con la porchetta, vino e dolci che sicuramente amerai!

La piazza inoltre è molto frequenta il Sabato sera perché è un punto di ritrovo per fare aperitivi e cene perfette per chi ama la cucina romana. Le pizze farcite da asporto sanno il fatto loro, te le consiglio assolutamente. Puoi anche mangiarle mentre ti incammini verso Piazza Navona o Trastevere dato che sono a 5/10 minuti a piedi da Campo de’ Fiori.

Prima di andare oltre devi sapere che qui c’è la statua di Giordano Bruno, un filosofo ucciso nel 1600 dopo esser stato accusato di eresia. Campo de’ Fiori era il punto dove in passato avvenivano le esecuzioni capitali, ecco il motivo per cui questa statua è proprio qui. Tra l’altro esiste una leggenda che dice che se guardi gli occhi di Giordano Bruno non ti puoi laureare, per cui presta attenzione 😜

Largo di Torre Argentina

Proprio in mezzo alle comuni abitazioni si trova una delle zone archeologiche più importanti della città: Largo di Torre Argentina. Fa molto strano e molti possono chiedersi il motivo per cui questa zona archeologica è isolata rispetto tutte le altre tappe legate all’antica Roma. Il motivo è che questi resti sono stati portati alla luce negli anni ’20 durante la demolizione di un quartiere di origine medievale, risale a circa cent’anni fa.

Solitamente se si vuole visitare una zona legata all’antica Roma si pensa al Foro Romano o al Colosseo, per questo Largo di Torre Argentina è una tappa diversa dal solito, ci sono i resti archeologici di quattro templi romani, questo ti fa capire quanta storia conserva questo luogo unico nel centro di Roma.

Devi sapere che è anche conosciuto per un altro motivo: i gatti! Ebbene si, se ami i felini devi assolutamente fare queata tappa perché proprio qui puoi trovare una delle colonie di gatti più antiche della città. Largo di Torre Argentina è la loro casa, il che li rende delle vere e proprie star per tutti coloro che passano di qui 🙂

Se può interessarti, ho scritto questa guida dove racconto tutte le tappe del centro storico legate all’antica Roma, fanne buon uso!

Mappa per zona Corso Vittorio Emanuele


Zona Villa Borghese

Galleria Borghese

Ora passiamo ad una delle zone più belle della città, quella di Villa Borghese! Proprio qui puoi trovare Galleria Borghese, un museo importante a livello internazionale perché conserva opere di Gian Lorenzo Bernini, Caravaggio, Raffaello, Canova e Rubens. Questo ti può far intuire quanto sia importante visitare questa bellezza nel cuore di Roma. Ne vale veramente la pena, te lo straconsiglio se vuoi immergerti nell’arte 🙂

Qui puoi vedere il Ratto di Proserpina, una delle sculture più importanti al mondo. Ma in generale, tra quadri, pareti affrescate, sculture e dipinti, la bellezza tra queste mura la fa da padrone. Non a caso Galleria Borghese rientra tra i musei da visitare assolutamente a Roma, per quanto mi riguarda questa visita è obbligatoria come quella dei Musei Vaticani.

Come per altre tappe, anche in questo caso puoi leggere la mia guida su Cosa vedere a Galleria Borghese, sono sicuro che ti sarà molto utile!

Essendo molto visitata, Galleria Borghese solitamente necessita di una prenotazione un po’ anticipata, in alcuni casi anche di qualche settimana, per questo se hai in programma di venire a Roma ti consiglio di muoverti un po’ prima per acquistare i biglietti.

Puoi trovare tutte le informazioni sulla prenotazione della visita e sugli orari di apertura di Galleria Borghese su questa pagina.

Qui puoi prenotare la visita di Galleria Borghese!
👇🏻

Villa Borghese

Come puoi non visitare questo parco, il cuore verde di questa città: Villa Borghese! Questo zona verde è una delle bellezze che ci regala Roma, puoi passeggiare in mezzo agli alberi in una delle città più grandi del mondo, pensa che puoi anche affittare un segway e girare tutto il parco. Tra l’altro Villa Borghese è molto vicina al centro storico, puoi raggiungerla sia da Piazza del Popolo che da Piazza di Spagna!

Tra le cose da vedere c’è sicuramente il Tempio di Esculapio, un monumento unico che ti regala dei momenti molto suggestivi dato che puoi vederlo da vicino solo se prendi una piccola barca a remi. Se stai facendo un viaggio a Roma con la tua dolce metà, ti consiglio di pensare a questa esperienza 🙂

Da poco il comune ha sistemato anche l’orologio ad acqua, puoi facilmente intuire il suo funzionamento. Anche in questo caso ti consiglio di raggiungere questa piccola chicca nel cuore di Villa Borghese. Tra le altre cose da vedere ci sono Piazza di Siena e il Globe Theatre, l’amatissimo teatro di cui Gigi Proietti è stato il direttore artistico per anni.

Ti consiglio di leggere questa mia guida dove consiglio tutto quello che puoi vedere a Villa Borghese.

Terrazza del Pincio

Nel cuore di Villa Borghese c’è la Terrazza del Pincio! Questa è una tappa fondamentale per chi visita Roma perché da qui puoi ammirare una delle viste panoramiche più belle della città. Se chiedi ad un romano qual è il punto più bello da cui vedere un tramonto romano, con una buona probabilità ti risponderà proprio con questa terrazza, non è un caso se questo spot è sempre affollata dai turisti 🙂

La terrazza si affaccia su Piazza del Popolo, sui tetti di Roma e sul bellissimo cupolone. Se Ti piacciono i tramonti e le atmosfere romantiche questo è il posto che fa per te dato che solitamente ci sono anche degli artisti di strada che con la loro musica rendono l’atmosfera ancora più suggestiva. Se ti interessa ho scritto questa guida dove racconto i punti panoramici di Roma che preferisco, fanne buon uso!

Bioparco

Sempre nel cuore di Villa Borghese c’è una tappa perfetta per adulti e per i più piccoli: il Bioparco! Si tratta del giardino zoologico più antico d’Italia, mantiene questo primato perché è stato realizzato all’inizio dello scorso secolo. Ovviamente puoi ben intuire che il Bioparco è una tappa perfetta per i bambini dato che ci sono tantissime specie di animali, il divertimento per loro è assicurato 🙂

Questo zoo è una tappa che molti turisti decidono di fare anche d’estate dato che ci sono alberi e piante che regalano delle zone d’ombra che in questo periodo fanno sempre bene. Le aree da vedere sono veramente tante, ti lascio il sito ufficiale del Bioparco così puoi trovare tutte le informazioni che ti servono. Ricorda di portare con te delle scarpe comode, anche perché ti serviranno per visitare le altre tappe di Roma.

Puoi trovare tutte le informazioni sugli orari di apertura e sulla prenotazione della visita del Bioparco su questa pagina!

Piazza del Popolo

Nella zona di Villa Borghese c’è una delle piazze più famose: Piazza del Popolo! Al centro della piazza c’è l’Obelisco Flaminio, uno dei più antichi del mondo. Viene direttamente dall’antico Egitto e alcune sue parti risalgono al 1300 a.C., prova a pensare quanta storia ha visto passare di fianco a se. Alla base dell’obelisco c’è la Fontana dei Leoni, puoi usare i suoi particolari per fare degli scatti unici.

A Piazza del Popolo c’è la Basilica di Santa Maria del Popolo, al suo interno ci sono alcune bellezze di Raffello e Bernini, da questa frase puoi capire quanto sia importante visitarla. Alle spalle dell’obelisco invece ci sono le famose chiese gemelle di Roma: Santa Maria in Montesanto e Santa Maria dei Miracoli, dalla foto in alto puoi capire perché vengono chiamate così!

Questa piazza nasconde anche altre chicche tutte da scoprire, per questo ti consiglio di leggere la mia guida Cosa vedere a Piazza del Popolo. Se vuoi un consiglio, guarda questa piazza dall’alto dopo il tramonto, di sera è veramente molto suggestiva 🙂

Roma di sera è pura magia, per questo ti lascio questo tour serale tra le vie della città!
👇🏻

Mappa per zona Villa Borghese


Zona Tevere

Trastevere

Continuiamo il nostro viaggio con una delle zone che più amo di Roma: Trastevere! Passeggiare tra questi vicoli è un obbligo per qualsiasi turista, se non lo fai è come vedere la città a metà. Trastevere è la zona dove puoi vivere la vera romanità. Qui il tempo sembra essersi fermato perché i palazzi, le 500 e i sampietrini sembrano portarti indietro almeno di 30 anni. Sono sicuro che mi darai ragione quando camminerai tra questi vicoli 🙂

Devi sapere che Trastevere è anche il quartiere per eccellenza per quanto riguarda la vera cucina romana. Cacio e pepe, Gricia, Carbonara, Amatriciana e chi più ne ha più ne metta, qui la tradizione di questa città è la protagonista assoluta. Ma poi vogliamo mettere camminare sopra Ponte Sisto insieme alla dolce metà?

Magna quarcosa dentro stò quartiere!

Ricorda che devi visitare la Basilica di Santa Maria in Trastevere perché regala veramente momenti unici grazie ai suoi mosaici dorati. Ovviamente anche in questo caso puoi fare riferimento alla mia guida Cosa vedere a Trastevere, in questo caso può esserti utile dato che il quartiere è molto grande e tra piazze, ponti, musei e punti storici di cose da vedere sicuramente ce ne sono tante!

Esistono dei tour guidati che ti portano alla scoperta di Trastevere e non solo, puoi trovarli qui!
👇🏻

Isola Tiberina

A pochi passi da Trastevere puoi raggiugere l’Isola Tiberina, uno dei posti più suggestivi di Roma! Si trova proprio nel bel mezzo del Tevere, per cui puoi ben intuire quanta unicità si nasconde in questa piccola isoletta nel pieno centro di una delle città più grandi del mondo. Sicuramente rientra nei posti particolari da vedere a Roma!

Turisti e romani amano soffermarsi qui nelle prime giornate calde della primavera dato che sulla riva dell’isola è possibile rilassarsi ascoltando il fruscio dell’acqua del Tevere. Per quanto mi riguarda non sembra neanche di essere a Roma dato che il rumore della città quasi non si sente in questa zona. A prescindere da questo, ti consiglio comunque di scendere e guardare l’isola dalla riva dato che è veramente molto caratteristico 🙂

L’isola è collegata da due ponti, uno che ti porta verso Trastevere e il secondo verso il centro storico. Proprio quest’ultimo rientra tra i ponti più importanti di Roma: si chiama Ponte Fabricio. Devi sapere che la sua costruzione risale al 62 a.C. e che oggi è ancora con noi. Ormai è un vero e proprio monumento dato che è sopravvissuto a tantissime guerre, invasioni e nonostante questo ha mantenuto la sua composizione originaria. Pensa che è anche il ponte più antico di Roma nel suo genere.

Anche in questo caso puoi approfondire la visita di quest’isola leggendo la mia guida Cosa vedere all’Isola Tiberina!

Ghetto Ebraico

Tempio Maggiore - Ghetto Ebraico

Un altro quartiere incredibile in pieno centro storico è il Ghetto Ebraico! In questo caso parliamo di una zona che riesce a trascinare qualunque turista nella cultura ebraica attraverso storia, monumenti e cibo. Te la consiglio assolutamente se vuoi fare qualcosa di particolare nella città, anche perché si trova vicina a Trastevere e a due passi dal Campidoglio.

La tappa principale è sicuramente il Tempio Maggiore di Roma. Si tratta della Sinagoga più grande della città, il vero cuore del quartiere. Nel tempo gli ebrei sono stati obbligati più volte a restare nel loro ghetto, sappiamo tutti cosa è successo nel corso della storia. Questo tempio è stato un punto di rinascita per questo popolo, per questo è un punto di riferimento.

Tra le vie del Ghetto Ebraico ci sono anche altre cose da scoprire, ad esempio il Museo Ebraico, il Portico di Ottavia, la Fontana delle Tartarughe e tante testimonianze della seconda guerra mondiale con le pietre d’inciampo e le targhe commemorative tra i vicoli del quartiere. Su questo blog ho scritto questa guida dove racconto cosa vedere al Ghetto Ebraico, fanne buon uso 🙂

Su questa pagina puoi trovare tutte le informazioni relative al tour del Ghetto Ebraico e di Trastevere!

Teatro Marcello

Ora ti parlo di uno dei miei monumenti preferiti: il Teatro Marcello! Si trova di fianco al Ghetto Ebraico, nella foto in alto puoi vedere la sua vicinanza al Tempio Maggiore di cui ti ho appena parlato. Devi per forza fare questa tappa perché questo teatro fa parte dei monumenti legati all’antica Roma. Ha un’importanza assoluta per ciò che vediamo oggi attorno a noi sia a Roma che in altre città, ora ti spiego!

Come puoi notare, il Teatro Marcello ha una struttura molto simile al Colosseo, ovviamente tutto questo non è un caso dato che è stato costruito molti anni prima. Questo ti fa capire quanto sia stato fondamentale per la progettazione del Colosseo e degli altri anfiteatri successivi. Ad esempio l’Arena di Verona ha la stessa architettura.

Tra l’altro puoi vederlo dall’alto se sali sulla terrazza dell’Altare della Patria di cui ti parlavo all’inizio della guida. In alcuni orari è anche possibile visitare l’area archeologica che percorre sia la zona attorno al monumento che quella del Portico di Ottavia, un monumento che risale all’epoca di Augusto.

Questo è il tour in bici elettrica che passa proprio per il Ghetto Ebraico e Teatro Marcello!
👇🏻

Mappa per zona Tevere


Zona Gianicolo

Fontana dell’Acqua Paola

Passiamo ora ad un colle ricco di cose da vedere: il Gianicolo! Si trova a pochi passi da Trastevere ma in questa guida ho voluto dedicargli una sezione a parte dato che ha una storia e delle tappe particolari che voglio approfondire. La prima è assolutamente la Fontana dell’Acqua Paola!

Sarà per il quartiere o per il sua fascino, ma ogni volta che la vedo in tutta la sua bellezza, rimango colpito. Uno dei motivi per cui devi assolutamente fare questa tappa è la sua posizione. Trovandosi sul colle del Gianicolo, ha il punto di forza di avere davanti a se una delle viste panoramiche più belle della città, cogli l’occasione.

Devi sapere che questa fontana è stata realizzata con alcuni materiali dell’antica Basilica di San Pietro, questo ti fa capire quanto sia importante ammirarlo in tutto il suo splendore. A Roma viene chiamata “Il fontanone”, forse hai sentito questa parola nella canzone Roma Capoccia di Venditti. È stata anche protagonista della scena iniziale del film La Grande Bellezza di Sorrentino. Un consiglio da romano? Visitala al tramonto 🙂

Piazza Garibaldi

Ora parliamo del vero e proprio cuore del Gianicolo: Piazza Giuseppe Garibaldi. Si tratta di una delle piazze più belle di Roma e come puoi ben intuire è dedicata a Giuseppe Garibaldi, non a caso qui è presente un monumento equestre dedicato proprio a lui, un simbolo molto importante per la storia del Gianicolo (tra poco te ne parlo).

Questa tappa è obbligatoria e se decidi di farla capirai il motivo. Da qui hai una vista assolutamente unica sulla città, tutta Roma è davanti a te e non puoi fare a meno di guardare a bocca aperta i monumenti e i tetti della città. Ti consiglio assolutamente di venirci al tramonto dato che questa è una zona molto tranquilla, solitamente negli altri punti panoramici in centro questo silenzio non lo trovi 🙂

Un’altra cosa che devi sapere è che proprio qui, ogni giorno a mezzogiorno, un cannone spara un colpo a salve. Se ti affacci dalla piazza riesci a vederlo, è una cosa molto suggestiva, soprattutto per i bambini. Si tratta di uno dei riti che Roma porta con se ancora oggi, questo colpo serviva per sincronizzare tutti gli orologi della città!

Mausoleo Ossario Garibaldino

Ora voglio parlarti del Mausoleo Ossario Garibaldino, un monumento che si trova nel punto in cui nel 1849 ci fu l’ultima difesa della Repubblica Romana contro i francesi, guidata proprio da Giuseppe Garibaldi. Ricorda i soldati che sono caduti durante la fondazione della Repubblica Italiana. Questo si ricollega a ciò che dicevo prima, il Gianicolo ha una storia strettamente legata alla nascita dell’Italia che conosciamo oggi, per questo devi visitarlo.

Dato che si tratta di un mausoleo, conserva i resti di alcuni soldati garibaldini. Infatti è proprio qui che sono state custodite le spoglie di Goffredo Mameli, l’autore del nostro inno nazionale. Non fare l’errore di non visitare questo monumento perché è molto importante, purtroppo alcune persone si soffermano solo su Piazza Garibaldi, ma al Gianicolo c’è ancora tanto da scoprire, per questo ti consiglio di leggere la mia guida Cosa vedere al Gianicolo!

Mappa per zona Gianicolo


Zona Circo Massimo

Terme di Caracalla

Adesso passiamo alla zona del Circo Massimo, la prima tappa doveva essere per forza qui: le Terme di Caracalla! si tratta di una zona archeologica importantissima per questa città. Vuoi camminare tra alcune terme imperiali dell’antica Roma? Allora devi assolutamente visitare questa zona archeologica dato che è capace di farti immergere completamente in quel contesto!

Le terme sono immerse nel verde e ti fanno capire quanto fossero imponenti queste strutture nell’antica Roma. Sono veramente enormi, io mi son sentito molto piccolo. Tra l’altro risalgono a diciotto secoli fa, diciamo che di storia ne è passata tanta. Ti consiglio di visitarle perché si trovano a circa 15 minuti a piedi dal Circo Massimo.

Puoi trovare tutte le informazioni sul tour che ti porta ad esplorare il Terme di Caracalla su questa pagina!

Circo Massimo

Ovviamente il cuore di questa zona è proprio il Circo Massimo! Si tratta di un antico circo romano che risale al II secolo a.C.. In passato era una struttura gigantesca che veniva utilizzata per gli spettacoli. Diciamo che aveva il compito di ospitare eventi che anni e anni dopo sarebbero stati spostati al Colosseo. Rimane tutt’oggi una delle più grandi strutture mai costruite dall’uomo.

Oggi il Circo Massimo è molto spoglio, c’è chi lo sfrutta per fare attività sportiva e chi ci va per via dei grandi concerti che vengono organizzati durante il periodo estivo. Se posso darti un consiglio, cerca di fare questa tappa all’ora del tramonto perché il cielo si colora di arancione e le nuvole e le rondini creano un’atmosfera parecchio suggestiva. Ci sono anche delle panchine da cui è possibile rilassarsi guardando questo spettacolo nel pieno centro di Roma 🙂

Prima di andare avanti ti ricordo che proprio di fianco al Circo Massimo c’è la Bocca della Verità. Si trova nella Basilica di Santa Maria in Cosmedin ed è un mascherone in marmo che nell’antica Roma veniva utilizzato come tombino. A quei tempi si usava rappresentare le divinità delle acque sui tombini della città per dare l’impressione che fossero proprio loro a inghiottire l’acqua. Ti consiglio di visitarla dato che l’accesso ad oggi è gratuito.

Su questo blog ho scritto una guida che si chiama Cosa vedere in zona Circo Massimo, sono sicuro che ti sarà utile dato che qui ci sono veramente tante cose da scoprire!

Colle Aventino

Il Circo Massimo regala tramonti da urlo? Beh, il Colle Aventino non è da meno! Si tratta di un colle a 5 minuti a piedi dal Circo Massimo che ha delle chicche tutte da scoprire. La prima è sicuramente il roseto comunale, si trova proprio sulla salita per la zona più alta del colle e ci regala colori incredibili dato che puoi vedere più di 1000 specie di rose diverse 🙂

Ma non è finita qui, salendo ancora più su trovi il Giardino degli Aranci. Forse l’hai sentito nominare perché ha una delle viste panoramiche più belle di Roma. I tramonti da qui sono stupendi e non è un caso che è un posto perfetto per le coppie. Ovviamente si chiama così perché all’interno del giardino ci sono degli alberi di arancio che migliorano ancora di più l’atmosfera.

Devi sapere che proprio a due passi da questo giardino c’è uno dei posti più particolari della città: il famoso buco della serratura di Roma. Qual è la sua particolarità? Se guardi al suo interno puoi scorgere un viale che ha come protagonista la cupola di San Pietro. Ai lati del viale ci sono delle siepi che rendono tutto ancora più perfetto. Nella foto in alto puoi capire di cosa parlo!

Anche in questo caso puoi leggere la mia guida dove spiego Cosa vedere sul colle Aventino!

Foro Boario

Sempre a pochi passi dal Colle Aventino e dal Circo Massimo c’è una zona tutta da scoprire. Io lo so che Roma ha tanti monumenti, però quelli di cui sto per parlarti vengono poco valorizzati. Si tratta del Foro Boario, una piccola zona archeologica che ospita monumenti che sono stati costruiti prima del Colosseo.

Il primo protagonista è il Tempio di Ercole Vincitore, si tratta di uno dei monumenti più importanti del mondo perché risale al 120 a.C. e oggi è l’edificio in marmo più antico di Roma. A pochi passi c’è l’Arco di Giano, molti studiosi pensano che sia stato commissionato dai figli dell’imperatore Costantino dopo la morte del padre.

Chiude questa zona il Tempio di Portuno, un’altra bellezza dell’antica Roma che si è conservata quasi perfettamente dato che risale al III secolo a.C. e oggi è ancora in piedi. Per quanto mi riguarda è uno dei veri capolavori del centro di Roma, per questo ti dico che devi visitare il Foro Boario, le cose da vedere sono poche ma hanno una storia tutta da scoprire 🙂

Ovviamente come potevo non dedicargli una guida? Si chiama Cosa vedere al Foro Boario!

Mappa per zona Circo Massimo


Basiliche Papali

Basilica di San Paolo

Adesso parliamo delle chiese più importanti di Roma, le quattro basiliche papali! Ovviamente qui non troverai San Pietro dato che te ne ho parlato all’inizio della guida. Tra le tre che rimangono, la prima in ordine di bellezza per quanto mi riguarda è la Basilica di San Paolo fuori le mura. Appena arrivi capisci subito di cosa sto parlando, il cortile interno è pura bellezza, la statua di San Paolo ti accoglie veramente a braccia aperte in questa chiesa a dir poco unica.

La facciata è composta da mosaici dorati, le colonne che sorreggono la basilica mi hanno fatto sentire veramente piccolo. Appena entri aumenta ancora di più questa sensazione dato che ti ritrovi davanti ad una chiesa veramente enorme, la navata è davanti a te in tutto il suo splendore, pensa che la Basilica di San Paolo rientra tra le 15 chiese più grandi del mondo!

Una cosa che devi assolutamente vedere sono i medaglioni, pensa che ogni papa esistito ne ha uno. Ogni medaglione ha una forma circolare che al suo interno ha il ritratto di un pontefice. Puoi facilmente immaginare quanti sono, secondo una leggenda quando non ci saranno più posti per i medaglioni finirà il papato (non ne sono rimasti tanti). Quello del papa attuale è illuminato con una piccola luce, mentre gli altri sono spenti, ti lascio una foto che rende l’idea.

Ti ricordo che in questo blog ho scritto una guida che si chiama Cosa vedere nella Basilica di San Paolo, sfruttala al meglio, ci tengo molto 🙂

Basilica di San Giovanni

La prossima basilica papale è la Basilica di San Giovanni in Laterano! Si tratta della cattedrale della diocesi di Roma e mantiene il primato della prima chiesa ad esser stata costruita, prova a pensare quanto sia importante per il Vaticano. Non è un caso che nel tempo ha preso il nome di madre di tutte le chiese.

Tanti romani e turisti pensano che la chiesa più antica sia quella della Basilica di San Pietro. In realtà quella di San Giovanni è stata completata prima. Ovviamente in antichità i pontefici avevano come punto di riferimento proprio questa chiesa, solo successivamente si sono trasferiti a San Pietro. L’importanza che oggi diamo alla zona del Vaticano un tempo veniva data proprio a San Giovanni, per questo devi visitarla, conserva veramente un sacco di storia!

Davanti alla basilica non puoi non ammirare l’Obelisco Lateranense, si tratta dell’obelisco più antico tra i 13 presenti a Roma. La chiesa ha anche una porta santa che come da rito viene aperta solo nell’Anno Santo. Tra l’altro devi sapere che Borromini ha deciso di trasformare questa chiesa arricchendola di opere d’arte che puoi vedere ancora oggi, tra queste le statue dei 12 Apostoli situate nella navata centrale.

Qui trovi un tour della Basilica di San Giovanni e delle catacombe della Roma sotterranea!
👇🏻

Basilica di Santa Maria Maggiore

La prossima e ultima basilica papale di Roma è la Basilica di Santa Maria Maggiore! Si trova sul colle Esquilino, a pochi passi dalla stazione Termini, quindi se capiti da quelle parti ti consiglio di farci un salto perché merita! Ma veniamo a noi, questa basilica conserva bellissime opere d’arte e ha un’architettura paleocristiana.

Al suo interno puoi trovare bellissime sculture e affreschi che ti lasciano veramente a bocca aperta. Ricorda anche di passarci di sera se ne hai tempo perché l’illuminazione dona veramente un tocco suggestivo a tutta la chiesa e non solo. Solitamente quando viaggio e torno col buio ci passo davanti in macchina, ti assicuro che è veramente une bella sensazione ammirarla in tutta la sua bellezza 🙂

Pensa che una leggenda racconta che è stata proprio la Vergine Maria ad ispirare la costruzione della chiesa sul colle Esquilino. Apparve in sogno a Papa Liberio e gli disse di costruire una chiesa nel punto dove sarebbe caduta la neve. Un giorno di Agosto, magicamente nevicò sul colle Esquilino, motivo per cui oggi la chiesa è situata in questo punto!

Se ti interessa ho scritto una guida dove racconto tutte le chiese di Roma che preferisco, la trovi su questa pagina.

Mappa per le Basiliche Papali


Quartieri Particolari

EUR

Siamo alle ultime tappe, lo so che è stata dura arrivare fino qui e che organizzare il viaggio a Roma è un’impresa, ma tra poco ti darò anche delle guide che ti aiuteranno a organizzare al meglio il tuo viaggio. Il primo quartiere non poteva che essere lui: l’EUR! Perché voglio partire da qui? Parliamo del quartiere moderno della città, pensa che è stato costruito negli anni ’30!

Puoi raggiungerlo con la Metro B scendendo alla fermata EUR Palasport. Davanti a te ci sarà subito la prima tappa: il parco dell’EUR, uno dei parchi più belli di Roma. Si tratta di una zona verde e di un lago artificiale che insieme creano il posto perfetto da visitare in primavera, soprattutto se consideri che qui c’è il Giardino delle Cascate, un angolo verde in cui l’acqua crea delle coreografie perfette per chi ama la fotografia.

Ovviamente l’EUR non è solo questo, qui ci sono alcune tappe assolutamente da non perdere come il famoso Colosseo Quadrato, il simbolo della Roma moderna. Anche la Basilica dei Santi Pietro e Paolo non è da meno, si trova alla fine di una scalinata e si affaccia su tutto il quartiere, anche in questo caso se ami la fotografia ti consiglio di scattare qualche foto nel quartiere più alternativo della città 🙂

In questa guida trovi tutto ciò che ti serve per visitare l’EUR!

Testaccio

Il secondo quartiere è uno dei più popolari di Roma! Ti parlo di Testaccio, è stato riqualificato nella seconda metà dell’ottocento e nel tempo ha acquisito sempre più importanza per tutti i romani. Se vuoi vivere il quartiere, il suo cuore è Piazza Testaccio e la sua Fontana delle Anfore. Tra l’altro qui ci sono locali tutti da scoprire, apprezzo tantissimo la cucina e gli aperitivi fatti tra queste vie. Ti consiglio di passarci anche per questo motivo!

Tra l’altro una tappa di cui non posso fare a meno di parlarti è la Piramide Cestia, si tratta di una delle tappe particolari da fare a Roma perché è una piramide egizia che risale al I secolo a.C.. Ultimamente è stato anche restaurato, su Google ci sono tante foto che confrontano il prima e il dopo, ti consiglio di cercarle. Nel 2017 ha vinto anche un importante premio europeo relativo alla conservazone dei beni culturali.

Coppedè

Siamo alla penultima tappa del nostro viaggio! Ti parlo del quartiere Coppedè! Si tratta di una zona che conserva arte barocca, medievale, gotica e greca, tutto nello stesso luogo. Questo ti fa capire quanto sia importante visitare queste strade. Non appena entri da una delle strade principali non puoi fare a meno di guardare il Villino delle Fate, famoso per la sua struttura asimmetrica, sembra non appartenere a Roma!

Qui ci sono anche ville e palazzi che sembrano usciti dal mondo delle favole, per questo ti consiglio di fare questa tappa nel caso in cui tu abbia la passione per l’architettura o la fotografia. Ti consiglio di passare anche dal Palazzo del Ragno, un edificio che conserva lo stile dei Babilonesi e degli Assiri 🙂

C’è anche una curiosità da raccontare: tra i vari monumenti c’è la Fontana delle Rane di Piazza Mincio. Proprio qui i Beatles decisero di farsi un bagno al suo interno dopo un concerto tenuto nelle vicinanze. Questo è il motivo per cui molti appassionati decidono di fare questa tappa, ti consiglio di passarci.

Flaminio

Siamo all’ultima tappa! Ti parlo del quartiere Flaminio, uno dei più importanti della città. Attraversa una buona fetta di Roma perché parte da Ponte Milvio e termina a Piazza del Popolo. Proprio in questa piazza c’è la Porta del Popolo, fa parte delle Mura Aureliane e in antichità è stato uno dei principali punti di accesso a nord della città!

Qui ci sono anche due musei molto visitati a Roma. Il primo è la Galleria Nazionale d’Arte Moderna, una collezione che conserva opere realizzate tra l’ottocento e i giorni nostri. Il secondo è il MAXXI, il museo nazionale delle arti del XXI secolo. In questo caso si tratta di un museo contemporaneo dedicato all’arte e all’architettura. Ti consiglio di visitarli entrambi 🙂

Se vuoi scoprire altre zone di Roma, ho scritto una guida dove racconto i quartieri che preferisco.

Mappa per i Quartieri Particolari


Guide utili

Su Rome is love ho scritto diverse guide su cosa vedere a Roma, quelle che sicuramente possono tornarti utili sono quelle dove racconto Roma in x giorni, così puoi organizzare il tuo tour romano come preferisci!

Esiste anche una sezione dedicata ai biglietti, la trovi nel menu oppure andano direttamente su questa pagina. Qui trovi tutto ciò che ti serve per prenotare gli ingressi principali di Roma.

Fine!

Siamo arrivati alla fine di questa guida! Sicuramente ti piacerà vivere per qualche giorno in questa città unica e meravigliosa, ne sono più che sicuro. Io mi chiamo Michele e sono il creatore di questo sito dedicato interamente alla città di Roma.

Se vuoi leggere altre guide guarda la home di questo sito, trovi veramente di tutto. Ci sono diverse categorie con itinerari, guide sui musei e tanto altro ancora.

Ciao e buona Roma!

Iscriviti a Rome Is Love per sapere quando ci saranno ingressi scontati!

Crediti immagini: Unsplash, Pixabay

Ti ricordo che gli acquisti all’interno di questo sito o su piattaforme consigliate, sono a discrezione dell'utente. Ti invito a consultare tutte le informazioni relative ai prodotti/hotel consigliati sui siti dei rivenditori ufficiali. Le informazioni di questo sito potrebbero non essere aggiornate. Alcune attività/attrazioni/hotel consigliati potrebbero non essere disponibili. Ti invito a consultare la pagina Disclaimer di questo sito.

Michele Bitetto

Sono un ingegnere informatico a cui piace raccontare la città di Roma, per questo ho deciso di aprire questo blog. Racconto come visitare la città, consiglio i migliori tour che puoi fare e come viverla al meglio!